Lutto nella sanità: ci ha lasciato la dottoressa Antognetti. "Aveva il sorriso negli occhi" - Ha lavorato al servizio della Asl dagli anni Novanta, si occupava di risorse umane
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


16 gennaio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cronaca 29/11/2020

Lutto nella sanità: ci ha lasciato la dottoressa Antognetti. "Aveva il sorriso negli occhi"

Ha lavorato al servizio della Asl dagli anni Novanta, si occupava di risorse umane

Rosanna AntognettiÈ un giorno di lutto per il mondo sanitario del Vastese. Ci ha lasciato ieri la dottoressa Rosanna Antognetti. Aveva 62 anni. Lavorava al Dipartimento prevenzione di Vasto, in via Marco Polo. Ha prestato servizio per la Asl dagli anni Novanta, la sua attività prevalente si è svolta nel campo dei concorsi e delle risorse umane. Era ricoverata nella Rianimazione Covid dell'ospedale Santo Spirito di Pescara.

Il ricordo di chi l'ha conosciuta è quello di una persona che ha saputo regalare il sorriso. 

Questo il messaggio di cordoglio di direttore generale della Asl, Thomas Schael, direttore amministrativo, Giulietta Capocasa, direttore sanitario, Angelo Muraglia, e direttore Risorse umane, Manuela Loffredo: "Con Rosanna Antognetti la famiglia della Asl Lanciano Vasto Chieti non perde solo la grandissima lavoratrice dell'Ufficio concorsi, una professionista competente rigorosa e puntuale, ma una persona speciale solare gentile e affettuosa che non faceva mai mancare il suo sostegno e una parola di allegria e di speranza anche nei momenti più complicati. Tutti le volevamo bene, tutti oggi siamo increduli e addolorati. Per settimane abbiamo sperato che avrebbe sconfitto il Covid-19, aggrappati a ogni piccola e buona notizia che ci giungeva dalla battaglia lunga ed estenuante combattuta in un letto di Rianimazione contro un nemico subdolo e implacabile, al quale anche la tempra e la forza di volontà di Rosanna alla fine hanno dovuto cedere. Oggi è il giorno della sconfitta e del dolore, al quale non possiamo rassegnarci: darà a questa Azienda un motivo in più per moltiplicare le forze e affrontare il Covid-19 con tutte le energie e risorse disponibili, per risparmiare ad altre famiglie ciò che stanno passando gli affetti più cari di Rosanna. A loro, tramite la Direzione strategica, va il cordoglio e l'affetto di tutti i dipendenti e collaboratori della Asl". 

Cordoglio e vicinanza anche dal direttore del reparto Anestesia, Filippo Marinucci, e dei medici, colleghi del marito della dott.ssa Antognetti, Panfilo Marrollo.

Toccante il saluto della direttrice della Radiologia di Vasto, Maria Amato: "A te amica mia, una sola parola 'resisti'.
Ma tutto questo sarebbe stato troppo per chiunque, lo è stato per te che hai vissuto con il sorriso negli occhi, guadagnandoti il rispetto e l'affetto di tutti. E questo tempo malefico per cui ci viene negata la consolazione di un abbraccio, la condivisione delle lacrime, per cui tutto questo mi sembrerà impossibile.
Una vita ingoiata nel distanziamento, persa tra le luci bianche di una rianimazione, difficile pensarla come una cosa reale. Eppure è così, la morte accade nonostante tutto.
Se penso a Rosanna Antognetti, ho negli occhi il suo attaccamento al lavoro, la precisione, l'abnegazione, la correttezza, il sacrificio, e insieme la ironia, la capacità di sorridere, la Generosità, le commissioni di concorso di cui è stata impeccabile custode. Non si diventa migliori con la morte, lei migliore lo era già.
Non me lo dite ora che il covid non esiste! Vi salterei agli occhi.
Fai buon viaggio, spero che il Paradiso sia bellissimo".

Alla famiglia della dottoressa Antognetti le sentite condoglianze di Zonalocale.it.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 

Chiudi
Chiudi