CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


26 febbraio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cronaca 27/11/2020

Via Verde, tra turismo e ambiente convivenza difficile

Il caso

Vasto: il cantiere della Via verde della Costa dei trabocchi e la galleria di località CasarzaDella Via Verde della Costa dei trabocchi si parla già dal 2005. Regione e Provincia avevano promesso l’apertura di alcuni tratti, anche sul litorale vastese, entro la scorsa estate. Ma il cantiere a Vasto è fermo.

Intanto la Provincia ha predisposto la bozza di regolamento, che prevede la possibilità per i privati di realizzare impianti sportivi all’aria aperta, ombreggi stagionali, aree per la piccola ristorazione, strutture all’aperto e anche aree parcheggio per le attività esistenti.
Contro quest’apertura agli insediamenti turistici è intervenuto il Forum ecologista di Vasto, secondo cui il regolamento della Via Verde “consentirà uno scempio a vantaggio di privati”, ricorda che, in base alla legge regionale del 2007, “è preclusa ogni attività di trasformazione del suolo diversa dalla destinazione a verde” e chiede l’approvazione del Piano d’assetto naturalistico, attesto dal 2008, in assenza del quale ogni azione “è assolutamente illegittima”

Il sindaco di Vasto, Francesco Menna, dice a Zonalocale che nei giorni scorsi, in una riunione, la Provincia ha presentato regolamento e cartografie ai Comuni. Menna ha proposto “un’interlocuzione con associazioni di categoria e portatori di interessi” e poi, dopo che la Provincia avrà varato il regolamento definitivo, una “presa d’atto dei Consigli comunali. Ho inviato la mia proposta a tutti gli stakeholders. Fino al 30 novembre raccoglierò gli umori di tutti per elaborare una proposta da presentare il 15 dicembre nella riunione con la Provincia”. Il sindaco definisce la Via Verde “la più grande conquista che questi territori potessero fare per evitare stupri cementizi sulla costa. Resta da regolamentare queste particelle, che possono essere date in adozione per attività ecosostenibili, per punti ristoro o possono essere d’aiuto ad attività esistenti, ad esempio per aree parcheggio a servizio dei trabocchi con manutenzione a carico dei traboccanti. Tutto con trasparenza ed evidenza pubblica".

Guarda il video

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti


Video - Via Verde, tra turismo e ambiente convivenza difficile

Servizio di Michele D'Annunzio - Riprese e montaggio di Nicola Cinquina



 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       

      Chiudi
      Chiudi