A Casalbordino tornano in classe bambini dell’infanzia, della primaria e della prima media - La scelta dell’amministrazione comunale
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


6 dicembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

A Casalbordino tornano in classe bambini dell’infanzia, della primaria e della prima media

La scelta dell’amministrazione comunale

Da lunedì torneranno in aula a Casalbordino i bambini della scuola dell'infanzia, gli alunni della scuola primaria e quelli della prima media. É questa la decisione presa dal sindaco Filippo Marinucci e dall'assessore all'istruzione Carla Zinni, insieme all'amministrazione comunale, dopo aver esaminato la situazione epidemiologica durante i giorni di chiusura dei plessi scolastici. Lo scorso 9 novembre c'era stata l'ordinanza di chiusura della scuola media [LEGGI], seguita tre giorni dopo dalla sospensione delle attività didattiche in presenza per tutte le scuole [LEGGI]. Poi è intervenuta anche l'ordinanza regionale che, con il passaggio dell'Abruzzo in zona rossa, prevede la didattica a distanza per gli alunni di seconda e terza media, oltre che per i ragazzi delle superiori che ormai da tempo fanno lezione da casa.

"Al momento Casalbordino vive una situazione di stabilità, con circa 30 casi, nessuno riconducibile all’ambiente scolastico", spiegano dall'amministrazione comunale.

"Siamo dell'idea - commentano il sindaco Filippo Marinucci e l'assessore all'istruzione Carla Zinni - che occorra riaprire la scuola, perché la scuola senza socialità è arida e la Dad è difficile sotto ogni punto di vista. Occorre dare soprattutto ai più piccoli la possibilità di partecipare alle lezioni in presenza, visto anche l’impatto psicologico e comportamentale che il lockdown ha avuto su di loro. Il virus c'è ed è necessario imparare a conviverci, rispettando le regole.

E' una situazione complicatissima, ne siamo coscienti. Siamo, infatti, in dialogo costante con il dirigente scolastico affinché vengano predisposte tutte le misure per garantire il rispetto delle prescrizioni e contenere il diffondersi del virus. Diversamente, se si riscontreranno delle positività e contagi riconducibili all’ambiente scolastico, si agirà  di conseguenza seguendo le direttive ministeriali per il contenimento dell’epidemia. Come amministrazione, inoltre, abbiamo dato  ai docenti, al personale Ata e agli operatori dei servizi scolastici la possibilità di sottoporsi gratuitamente a tamponi molecolari cosi da ripartire in sicurezza".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi