L’incrocio degli incidenti, residenti esasperati: "Servono rallentatori e segnaletica" - Via Madonna dell’Asilo-via Valloncello, oggi l’ennesimo scontro
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


30 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cronaca 19/11

L’incrocio degli incidenti, residenti esasperati: "Servono rallentatori e segnaletica"

Via Madonna dell’Asilo-via Valloncello, oggi l’ennesimo scontro

Vasto, via Valloncello: l'incidente di oggiOrmai non trascorre settimana senza incidenti all'incrocio tra via Madonna dell'Asilo e via Valloncello.

L'ultimo in ordine di tempo è successo quando erano circa le 13 di oggi: lo scontro tra due auto e l'intervento di vigili del fuoco e 118. 

Per i residenti del quartiere, quel crocevia è diventato ormai un incubo.

Oggi sono alcuni di loro a contattare Zonalocale per segnalare l'ennesima collisione a quell'intersezione la cui pericolosità è ormai nota e confermata, purtroppo, da decine di incidenti, anche gravi. 

Nei giorni scorsi, erano stati gli stessi abitanti della zona a tornare a chiedere all'amministrazione comunale un immediato intervento finalizzato a garantire sicurezza a pedoni e automobilisti. Il comandante della polizia locale, Giuseppe Del Moro, aveva risposto ricordando di aver disposto il senso unico sulla discesa di via Valloncello e di essere in attesa della sistemazione della segnaletica, compito affidato all'Ufficio servizi del Comune [LEGGI]. 

I residenti oggi tornano ad invocare, oltre al rifacimento della segnaletica con stop e strisce pedonali, anche e soprattutto l'installazione di rallentatori su via Madonna dell'Asilo per indurre gli automobilisti a schiacciare il piede sul freno prima di arrivare all'incrocio. 

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi