Iniziati i lavori al San Pio, Laudazi: "Recuperare il tempo perduto e attivare postazione drive-in" - "Restituire alla città offerta sanitaria e servizi ospedalieri degni di questo nome"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


3 dicembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Attualità 19/11

Iniziati i lavori al San Pio, Laudazi: "Recuperare il tempo perduto e attivare postazione drive-in"

"Restituire alla città offerta sanitaria e servizi ospedalieri degni di questo nome"

Edmondo LaudaziSono iniziati i lavori di consolidamento dell'ospedale San Pio di Pietrelcina di Vasto. In attesa della realizzazione del nuovo nosocomio in località Pozzitello, parte la ristrutturazione di alcuni padiglioni della struttura. Il consigliere comunale Edmondo Laudazi, in un comunicato stampa, chiede interventi rapidi per recuperare il tempo perduto.

"Finalmente partiti i lavori per il consolidamento e la ristrutturazione del III° e IV° piano del I° padiglione dell'ospedale Civile San Pio di Vasto", dichiara l'esponente de Il Nuovo Faro. Dopo aver risolto i problemi di interferenza con il corridoio di accesso al reparto Dialisi, che avevano ritardato l'avvio del cantiere, l'impresa incaricata, guidata dall'ingegner Fabrizio Gattella, ha dato il via ai lavori. 

"È giunta l'ora di accelerare senza sosta per recuperare il tempo perduto e perfezionare il recupero funzionale dei reparti interessati dall'intervento manutentivo straordinario, sui disagi strutturali che tanti inconvenienti hanno creato ai dipendenti ed all'utenza del nosocomio cittadino, in questo difficile momento di emergenza - aggiunge Laudazi -. Due mesi per terminare i lavori, ridurre i disagi e ricominciare a vivere".

"Le cose da fare sono ancora moltissime - sottolinea il consigliere - ma vogliamo cogliere questo segnale in chiave positiva rispetto ad una situazione che desideriamo sia ribaltata urgentemente . Ci aspettiamo tantissimo sul potenziamento strutturale e funzionale del nostro ospedale. Per queste ragioni desideriamo ringraziare tutti quelli che si sono adoperati, a livello aziendale per garantire questo intervento; ma nello stesso tempo assicuriamo che continueremo a vigilare, come da soli abbiamo fatto, per fare in modo che alla nostra città vengano restituiti un'offerta sanitaria e dei servizi ospedalieri degni di questo nome".

Laudazi chiede dunque di "dare seguito a quanto unanimemente stabilito in Consiglio Comunale a Vasto, su iniziativa de il Nuovo Faro:
- Accelerare al massimo i lavori di consolidamento del III° e IV° piano dell'ospedale San Pio;
- Perfezionare la richiesta di un adeguato stanziamento, necessario per realizzare la manutenzione straordinaria del vetusto nosocomio vastese;
- Ribadire la necessità e l'urgenza di costruire in tempi brevi il nuovo ospedale di Vasto, dove previsto dal Piano Regolatore della Città, con un'anticipazione stralcio del Piano sanitario degli investimenti regionali destinati alla rete ospedaliera".

"Ci auspichiamo - afferma - che i Direttori aziendali possano avviare nel frattempo anche il drive-in di Vasto, come già fatto per altri Comuni, oggi per l'esecuzione dei tamponi e a breve per la somministrazione dei vaccini anti Covid-19, dato atto che sul piazzale sottostante il fotovoltaico di Via dei Conti Ricci o sui parcheggi del Parco Moscato, vi sono aree e situazioni infrastrutturali adeguate per risolvere al meglio la questione che interessa un fabbisogno di circa 60.000 persone (Vasto e San Salvo). Dobbiamo aumentare l'impegno e ridurre le polemiche, per invertire un declino che sembrava irreversibile e che, invece, può essere ancora colmato in attesa della costruzione del nuovo ospedale. Assicuriamo le nostre iniziative ed il nostro contributo, per dimostrare che, tutti insieme, si può".

 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi