Saracinesche abbassate e luci spente: il 16 novembre protestano i commercianti vastesi - Iniziativa dei due consorzi
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


26 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Attualità 14/11

Saracinesche abbassate e luci spente: il 16 novembre protestano i commercianti vastesi

Iniziativa dei due consorzi

Lunedì 16 novembre le saracinesche delle attività commerciali aderenti ai consorzi "Vasto in Centro" e "Vivere Vasto Marina" resteranno chiuse per sensibilizzare le istituzioni sul difficile momento che il settore sta vivendo. 

I presidenti dei due consorzi, Marco Corvino e Piergiorgio Molino, spiegano così l'iniziativa supportata anche da Confesercenti e Confcommercio: "Il 16 novembre è la nuova data scelta dai commercianti di Vasto per far sentire la loro protesta. Una data di grande valore simbolico. Il 16 novembre infatti ci sono numerose scadenze fiscali e una miriade di versamenti che gravano sui commercianti.

Così, seguendo anche l’esempio di altre città Il 16 si abbasseranno le saracinesche e si spegneranno le luci. Aderiranno i commercianti dei consorzi Vasto in Centro e Vivere Vasto Marina nonché la Confesercenti e la Confcommercio. L'obiettivo è sensibilizzare la politica affinché al di là delle varie ideologie e colori politici intervenga con segnali importanti. Oggi servono coesione ed interventi concreti per evitare che tante attività chiudano definitivamente, che si perdano tanti posti di lavoro.

Servono interventi mirati, duraturi perché la crisi sembra essere solo all'inizio. Purtroppo. Non cerchiamo forme di assistenzialismo, ma misure che ci consentano di uscire da questo periodo di fermo, per tornare a fare quello che meglio sappiamo fare: lavorare per il bene della nostra Vasto, del nostro Abruzzo e della nostra amata Italia".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi