Scerni, da domani altre restrizioni: parchi chiusi, mercato sospeso, vietato sedersi sulle panchine - L’appello del sindaco Ottaviano: "Momento delicato per il paese"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


23 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Scerni   Attualità 11/11

Scerni, da domani altre restrizioni: parchi chiusi, mercato sospeso, vietato sedersi sulle panchine

L’appello del sindaco Ottaviano: "Momento delicato per il paese"

Alfonso OttavianoLe persone positive al Covid-19 a Scerni salgono a 31, così il Comune adotta ulteriori misure restrittive per fermare il contagio oltre a quelle già riservate alle zone arancioni di cui l'Abruzzo è entrata a far parte da oggi.

Innanzitutto, si proroga la sospensione dell'attività didattica fino al 21 novembre (questa era già sta stata disposta fino al 14); sospeso anche il mercato del mercoledì. Inoltre, vengono chiuse le aree verdi e i parchi pubblici e viene disposto il divieto di sedersi sulle panchine su tutto il territorio comunale. Vietato, inoltre, ricevere a casa, in caso di decesso per cause naturali di un famigliare nella propria abitazione, persone estranee al nucleo per ricevere le condoglianze.
"Vi chiedo collaborazione ed attenzione in un momento molto delicato per il nostro paese", è l'appello del sindaco Alfonso Ottaviano. Nel Comune sono 48 le quarantene attive.

Nel dettaglio, ecco quanto disposto dall'ordinanza n. 66 firmata oggi che avrà efficacia da domani 12 novembre:

PROROGA della sospensione delle attività didattiche in presenza per la Scuola dell'Infanzia, Primaria e Secondaria di 1° Grado nonchè del Micronido Comunale presenti sul territorio comunale da Lunedì 16/11/2020 e fino a Sabato 21/11/2020 compreso, salvo la necessità di adottare ulteriori provvedimenti successivi;

CHIUSURA delle strutture per svolgere attività sportiva che non siano né presidiate né presidiabili motivata anche dall’impossibilità di ricostruire, nel caso di eventuali assembramenti in tali contesti, l’eventuale catena dei contagiati;

CHIUSURA al pubblico dei parchi gioco pubblici recintati e non e delle aree verdi presenti sul territorio comunale al fine di evitare assembramenti soprattutto da parte dei giovani che si riuniscono in spazi pubblici aperti in diverse ore del giorno;

DIVIETO ASSOLUTO di sedersi sulle panchine poste sull'intero territorio cittadino;

LA SOSPENSIONE del mercato settimanale del mercoledì per tutte le categorie merceologiche comprese quelle alimentari, escluso il commercio itinerante per le sole categorie merceologiche di generi alimentari;

A TUTTE LE PERSONE PRESENTI SUL TERRITORIO COMUNALE di adottare ed attenersi alle indicazioni contenute nel DPCM del 24 ottobre 2020, nel DPCM del 03/11/2020 e nell'Ordinanza emessa dal Ministro della Salute in data 10/11/2020 ed a quelle di seguito indicate nella presente Ordinanza a far data dal 12/11/2020 e fino a nuove disposizioni;

DI INDOSSARE le mascherine in tutte le aree pubbliche ed aperte al pubblico anche se da soli, a meno che non si stia in un luogo isolato oppure si faccia attività sportiva o motoria, esclusi anche bambini di età inferiore ai 6 anni e soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina e soggetti che interagiscono con questi;

AGLI ESERCENTI delle attività commerciali che restano aperte nelle zone individuate dal nuovo DPCM 03/11/2020, di esporre all'esterno delle attività commerciali un cartello indicante il numero massimo consentito di acquirenti in presenza;

AGLI ESERCENTI di tutte le attività di Bar/Ristoranti/Pub etc. etc presenti sul territorio comunale, anche se momentaneamente chiusi al pubblico in relazione dell'entrata in vigore dell'ultimo DPCM del 03/11/2020, la rimozione all'esterno dei locali di sedie e tavoli al fine di evitare possibile assembramenti;

AI FAMILIARI di persone decedute a casa per cause naturali, di vietare l'ingresso a persone estranee al nucleo familiare che vogliono manifestare cordoglio alla famiglia, nonchè evitare abbracci e strette di mano anche tra i familiari;

DIVIETO ASSOLUTO di mobilità dalla propria abitazione o dimora (o ad altro luogo di isolamento) per i soggetti posti in isolamento dall'Autorità Sanitaria perché dichiarati positivi al virus COVID‐19;

DIVIETO ASSOLUTO di mobilità dalla propria abitazione o dimora per i soggetti sottoposti alla misura della Quarantena (imposta ai soggetti che hanno avuto contatti stretti con casi confermati di malattia infettiva diffusiva o che rientrano da aree, ubicate al di fuori del territorio italiano).

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi