"Comune fa pagare le olive dagli alberi pubblici, ma regala i rifiuti differenziati alla Pulchra" - La polemica del Movimento 5 Stelle
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


24 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Politica 05/11

"Comune fa pagare le olive dagli alberi pubblici, ma regala i rifiuti differenziati alla Pulchra"

La polemica del Movimento 5 Stelle

Dina Carinci e Marco Gallo (M5S)Il Comune di Vasto da un lato vende ai cittadini a 5 euro al quintale le olive degli alberi pubblici, ma non applica la stessa regola "ai rifiuti differenziati, ceduti invece gratuitamente alla Pulchra a titolo d'incentivo per la raccolta differenziata". Lo afferma il Movimento 5 Stelle, che torna a criticare la Giunta di centrosinistra sulla gestione del ciclo dell'immondizia. 

"Il Comune di Vasto - si legge in una nota dei pentastellati - ha indetto un’asta per la raccolta delle olive dagli alberi di proprietà comunale con un prezzo base di 5 euro/quintale. Un buon esempio di come si deve tutelare il patrimonio pubblico e, con esso, l’interesse dei cittadini. Peccato che questa prassi amministrativa corretta, rigorosa e oculata non venga applicata ai rifiuti differenziati, ceduti invece gratuitamente alla Pulchra a titolo d’incentivo per la raccolta differenziata.

Se il valore delle olive è stato stimato essere minimo 5 euro/quintale quali sono i valori di stima della carta, del cartone, del vetro, della plastica e dei metalli raccolti dalla Pulchra? Nessuno lo sa. Il Comune quindi cede gratuitamente, e quindi illegittimamente, merce di proprietà comunale senza stimarne il valore e senza indire una gara pubblica per massimizzare i ricavi in relazione all’offerta del mercato.

Una gara pubblica, tra l’altro, avrebbe potuto consentire la partecipazione del Consorzio Civeta, con eventuale beneficio anche per il Comune di Vasto che, come noto, ne possiede il 44%. Ma ormai è del tutto evidente che danneggiare ciò che è pubblico per favorire il privato è una delle attività preferite di quest’amministrazione".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi