Stefano Comparelli confermato alla presidenza della Fitet Abruzzo - Nel consiglio regionale entra anche Michele Ciaffi
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


26 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Sport 02/11

Stefano Comparelli confermato alla presidenza della Fitet Abruzzo

Nel consiglio regionale entra anche Michele Ciaffi

Il vastese Stefano Comparelli è stato confermato alla presidenza della Fitet Abruzzo. Sarà alla guida della federazione regionale del tennistavolo per il prossimo quadriennio, 2021-2024, con un consiglio direttivo rinnovato per metà. Al posto del dimissionario Massimo Paris e dell’uscente Federico Pace entrano in consiglio Michele Ciaffi, vastese della Polisportiva San Gabriele, e Lucio Santoloce (ASD San Nicolò 2009), confermati i due consiglieri uscenti Rocco Pomante (Tennistavolo Silvi) e Diego Mancini (Antoniana Pescara). 

Nel programma per il prossimo mandato ci saranno l'implementazione dell’attività di comunicazione esterna, l'incremento della presenza in ambito scolastico e particolare attenzione nella formazione di una classe arbitrale abruzzese. "La comunicazione è sempre stato un punto forte della dirigenza uscente e continuerà ad esserlo anche per questo nuovo gruppo", ha spiegato Comparelli.

Si punterà molto sulla presenza del tennistavolo nelle scuole abruzzesi. "I rapporti intessuti con la Direzione regionale del comparto sport dell’USR hanno permesso, grazie anche ai progetti scolastici, l’ingresso della nostra disciplina con autorevolezza anche in questo territorio facendo scoprire al mondo della scuola la grande duttilità della disciplina del tennistavolo e la sua dimensione sportiva che ben si adatta a quelle che sono le sue istanze". 

È emersa negli anni la necessità di creare una classe arbitrale abruzzese. "So che gli arbitraggi economicamente rappresentano un costo esorbitante difficile da sostenere in toto solo con le economie dei C.R. ma con un gruppo di Giudici di gara locali, risulterebbe più facile assicurare arbitraggi veri alla nostra disciplina per qualche Campionato Regionale, almeno in momenti ed incontri particolarmente delicati e questo rappresenta sicuramente un grande segno di civiltà sportiva oltre che contribuire fortemente all’accrescimento della credibilità della nostra disciplina" .

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi