Ospedali sotto pressione, la Regione dispone ricoveri nelle cliniche private - Covid-19, l’ordinanza di Marsilio: "La situazione pandemica si sta aggravando"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


3 dicembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Attualità 30/10

Ospedali sotto pressione, la Regione dispone ricoveri nelle cliniche private

Covid-19, l’ordinanza di Marsilio: "La situazione pandemica si sta aggravando"

Marco MarsilioCon gli ospedali pubblici in sofferenza per la crescita del numero dei ricoveri, la Regione Abruzzo chiede aiuto alle cliniche private.

Il presidente, Marco Marsilio, ha firmato oggi pomeriggio l'ordinanza numero 95 con cui decide "di autorizzare le Asl, ove necessario - si legge nel documento - a decongestionare i nosocomi pubblici di rispettiva afferenza, ad avvalersi delle case di cura private accreditate della Regione Abruzzo per l'assistenza dei pazienti Covid-19 necessitanti di ospedalizzazione ma non bisognevoli di trattamenti di terapia intensiva o sub intensiva".

I ricoveri nelle cliniche verranno disposti dalle Asl "in accordo con i referente sanitario regionale per le emergenze".

Lo scopo del provvedimento è "di fornire alle Asl uno strumento agile per ridurre l'attuale pressione sui rispettivi presidi ospedalieri pubblici" alla luce "di quanto emerso in occasione della riunione dell'Unità di crisi dello scorso 28 ottobre 2020" sull'aumento della pressione sulle strutture ospedaliere pubbliche e l'aggravarsi, "a livello nazionale e locale, dell'attuale situazione pandemica".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi