"Sanità privata, a pagare non siano sempre i lavoratori. Schael e Verì non ci hanno incontrato" - Protestano i rappresentanti Fp-Cgil dei lavoratori della Fondazione Mileno
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


29 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Attualità 25/10

"Sanità privata, a pagare non siano sempre i lavoratori. Schael e Verì non ci hanno incontrato"

Protestano i rappresentanti Fp-Cgil dei lavoratori della Fondazione Mileno

L'Istituto San Francesco di Vasto MarinaVogliono “gli stessi diritti, pari dignità e lo stesso trattamento economico riservato al settore pubblico”. Fanno sentire la loro voce Daniele Leone e Ferdinando Costanzo, membri della rappresentanza sindacale Fp-Cgil nella Fondazione Mileno, l'ente privato titolare dell’Istituto San Francesco di Vasto Marina e di altri centri riabilitativi convenzionati con la Regione Abruzzo.

Sono andate a vuoto due richieste di incontro rivolte, il 22 settembre e il 7 ottobre, all’assessora alla Sanità, Nicoletta Verì, e al direttore generale della Asl Lanciano-Vasto-Chieti, Thomas Schael.

Mancato indennizzo per il lavoro svolto durante il lockdown, organico carente e riorganizzazione dei servizi vista la rapida risalita della curva del contagio: questi i problemi sollevati dal sindacato.

La Cgil chiede un piano di sicurezza "per le strutture che ospitano anziani e persone fragili con pluripatologie", dopo la prima fase "che ha comportato una forte contrazione delle prestazioni”.

"Evidentemente – affermano Leone e Costanzo - siamo al punto di partenza e quanto vissuto da febbraio a maggio a poco è servito e poco ha insegnato". Intanto il personale "è già sufficientemente provato da quello che ha vissuto".

Per la Cgil, è necessario "recuperare i mesi persi, prima che a pagare siano i soliti volti noti, cioè i lavoratori".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi