"Intitolare una strada di Vasto a Giorgio Almirante" - La proposta di Orlando Palmer (Movimento Iustitia Nova)
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


20 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Politica 18/10

"Intitolare una strada di Vasto a Giorgio Almirante"

La proposta di Orlando Palmer (Movimento Iustitia Nova)

Orlando Palmer (Movimento Iustitia Nova). In home page: Giorgio Almirante (foto tratta da Wikipedia)Intitolare una strada di Vasto a Giorgio Almirante. Lo chiede all’amministrazione comunale di centrosinistra Orlando Palmer, segretario provinciale del Movimento Iustitia Nova.

È lo stesso Palmer a ricordare che il dibattito sulla figura del fondatore del Msi dura da decenni. Dirigente fascista e della Repubblica di Salò, dopo la Guerra Almirante guidò il partito fino al 1987, quando lasciò la segreteria a Gianfranco Fini, che poi definì il fascismo "male assoluto".

Anticomunista, Almirante nel 1973 prese posizione a favore del colpo di stato in Cile e auspicò che ne avvenisse uno anche in Italia. Non condannò mai le leggi razziali. Perciò, quando il Comune di Verona ha deciso di intitolare una strada allo storico leader della destra, Liliana Segre non l’ha presa bene: “La città di Verona, democraticamente, faccia una scelta e decida ciò che vuole, ma non può fare due scelte che sono antitetiche l’una all’altra”, ha detto la senatrice a vita, reduce del campo di concentramento di Auschwitz, cui la stessa amministrazione scaligera aveva conferito la cittadinanza onoraria.

Nella vita di Almirante non mancarono gesti di solidarietà verso gli avversari, come quando visitò la camera ardente allestita per l'ultimo saluto al segretario del Pci, Enrico Berlinguer, cortesia ricambiata dai comunisti quando Almirante morì nel 1988. Un personaggio che continua a dividere. Chi lo apprezza, lo definisce autore della costituzionalizzazione dell'estrema destra. Per i detrattori, ha "mascherato un aspetto esteriore di un'ideologia violenta e democratica", ricorda Palmer, che poi aggiunge: “Politici di tutti gli schieramenti, compreso l'ex presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, hanno partecipato alle commemorazioni della sua figura e ne hanno lodato l’attività politica”.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi