"In via San Michele rallentatore e percorso pedonale fino a Sant’Antonio Abate" - L’assessore Marcello risponde alla petizione firmata da 130 residenti
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


22 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 16/10

"In via San Michele rallentatore e percorso pedonale fino a Sant’Antonio Abate"

L’assessore Marcello risponde alla petizione firmata da 130 residenti

Vasto, via San Michele (foto di repertorio)Un attraversamento pedonale rialzato in via San Michele e un percorso pedonale sicuro fino a Sant'Antonio Abate. L'amministrazione li realizzerà "in tempi brevi", promette ai residenti della zona alta di Vasto l'assessore alla Polizia locale, Luigi Marcello.

Velocità e traffico costante hanno indotto 130 abitanti di via San Michele a firmare la petizione con cui chiedono all'amministrazione comunale di garantire la sicurezza a chi esce di casa a piedi.

Rispondendo all'appello dei cittadini, Marcello ricorda "la realizzazione di diversi attraversamenti pedonali rialzati per garantire maggiore sicurezza", ma questo "rappresenta solo una parte del piano programmato; infatti a breve sarà completato quanto previsto con un ulteriore attraversamento pedonale rialzato e con la realizzazione, nella zona oggetto della richiesta, di un percorso pedonale adeguato alle caratteristiche stradali per permettere ai pedoni di percorrere in sicurezza via Cardone e raggiungere il quartiere di Sant'Antonio Abate. Abbiamo avuto - racconta Marcello - già occasione di anticipare queste informazioni ad alcuni residenti che si sono rivolti a noi per evidenziare il problema". 

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi