San Salvo, ispettori ambientali per la lotta contro abbandono di rifiuti e scarso senso civico - Faga: "Dobbiamo riscoprire senso di responsabilità"
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


25 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

San Salvo   Ambiente 14/10

San Salvo, ispettori ambientali per la lotta contro abbandono di rifiuti e scarso senso civico

Faga: "Dobbiamo riscoprire senso di responsabilità"

Tony FagaA breve prenderanno servizio a San Salvo gli ispettori ambientali per il controllo del territorio comunale. È il progetto presentato dall’assessore all’Ambiente Tony Faga che, su mandato del sindaco Tiziana Magnacca, ha avviato la rimodulazione del servizio degli ispettori ambientali volontari comunali che hanno superato il corso organizzato dal Comune di San Salvo.

"L’amministrazione comunale in questi anni ha attivato una serie di iniziative nel campo delle politiche ambientali per la salvaguardia della salute dei nostri cittadini" ha ribadito il primo cittadino.

"In particolare gli ispettori, coordinati dal responsabile della task force ambientale Dino Di Fabio, controlleranno l’abbandono dei rifiuti nel territorio comunale e, in collaborazione con la polizia locale, le eventuali deiezioni canine. Si tratta di vigilare sul senso civico e sul rispetto dell’ambiente – sostiene Faga – perché dobbiamo riscoprire il senso di responsabilità di tutti se vogliamo tenere la nostra città più pulita. Uno sforzo comune che sono certo darà buoni risultati".

Gli ispettori ambientali sono stati preparati da Vincenzo Marchioli, responsabile della polizia locale e i volontari sono stati formati sui principi, tecnica e normative di polizia ambientale, Codice della strada e ausiliari della viabilità, primo soccorso, nozioni di base antincendio, conoscenza del territorio comunale con individuazione di aree di interesse ambientale e archeologico, norme per la protezione della fauna omeoterma e selvatica e corso di base sulle telecomunicazioni.

La volontà di ricorrere agli ispettori ambientali era già emersa in occasione della denuncia di alcuni cittadini sullo scorretto uso dei raccoglitori posti sul lungomare [LEGGI].

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       

      Necrologi


        Chiudi
        Chiudi