Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


7 maggio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Gissi   Musica 09/10/2020

"Svegliati San Giovanni", il nuovo brano di Fiorindo è un invito a "guardare avanti"

Un nuovo brano del cantautore di Gissi

È Svegliati San Giovanni il nuovo brano di Fiorindo, pubblicato oggi su Spotify e le altre piattaforme musicai [ASCOLTA]. Quella di Fiorindo Tittaferrante è una produzione musicali che affonda le sue radici nel cantautorato italiano e lo ha visto pubblicare negli anni diversi dischi e collaborare con grandi artisti. 

Svegliati San Giovanni, che anticipa un album che uscirà nei prossimi mesi, è stata prodotta da Alberto Margheriti con la produzione artistica di Cristiano De Andrè e dello stesso Fiorindo Tittaferrante. "È un brano in cui racconto una storia personale, riportandola come se ci fosse un dialogo tra due amici. Quando si cade - racconta Fiorindo - bisogna rialzarsi e guardare avanti senza mai voltarsi indietro".

Il titolo del brano, Svegliati, è "un'esortazione a chi sembra attraversato da un torpore e ha bisogno di essere scosso per tornare a vivere pienamente". Il singolo è stato registrato nell'Only One Studio di Stefano De Libertis, che ha anche suonato pianoforte e fisarmonica. Con le chitarre acustiche e la voce di Fiorindo Tittaferrante ci sono le percussioni e la batteria di Davide Tittaferrante, il basso di Rocco Monteferrante e la chitarra elettrica di Piero Minicucci. Le copertine sono state illustrate da Antonio D'Annunzio

"Per la prima volta ci sono anche i miei figli con me. Ad Asia, Ambra e Oscar, che hanno dai 7 ai 2 anni, ho dedicato delle canzoni quando sono nati e, in questo brano, ho voluto che ci fossero le loro voci con la mia. È stato davvero emozionante". 

Ascolta il brano - CLICCA QUI
Fiorindo su facebook - CLICCA QUI

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 


Chiudi
Chiudi