"Grazie al personale dell’ospedale di Gissi per le cure ricevute. È opportuno potenziarlo" - La lettera di un paziente
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


20 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

"Grazie al personale dell’ospedale di Gissi per le cure ricevute. È opportuno potenziarlo"

La lettera di un paziente

Sono un abitante di Roccaspinalveti, piccolo paesino dell’Alto Vastese. Uno di quei paesi abbandonati al proprio destino, soprattutto nell’ambito sanitario. Era il 19 maggio 2019 quando nella mia abitazione ho avuto un incidente domestico procurandomi delle ustioni su gran parte del corpo, alcune più importanti agli arti inferiori.

In tutta fretta e in preda al panico, mia moglie (anche lei lievemente ferita nel tentativo di aiutarmi) mi ha accompagnato al punto di primo soccorso più vicino della zona: l’ospedale di Gissi. È li che ho trovato i miei eroi, infermieri e medici che prontamente ci hanno soccorso e hanno cercato di evitare l’irrimediabile. Da quel giorno fino a qualche settimana fa sono stato accolto dalle loro cure. Per un lungo periodo sono stato da loro ogni giorno per essere medicato, poi quando la situazione è iniziata a migliorare, saltavo qualche giorno. Ho trovato sempre personale gentile, disponibile e professionale.

Ci tenevo a ringraziarli tutti pubblicamente, nessuno escluso. Grazie per avermi aiutato e curato, un grazie particolare va all’infermiere Paride Marinelli per la sua pazienza e umanità.

Si sente parlare ormai da tempo di aprire nuovi ospedali, ma mi chiedo perché non riqualificare e potenziare strutture già esistenti? Soprattutto una come quella di Gissi che a noi abitanti dell’entroterra farebbe più che comodo.

Giuseppe Bruno

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       

      Necrologi


        Chiudi
        Chiudi