Il gruppo Terre del Sud presenta "Streghe, pandafeche, mazzemarelle e altre storie" - Appuntamento martedì 29 settembre alla Nuova Libreria
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


28 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Musica 27/09

Il gruppo Terre del Sud presenta "Streghe, pandafeche, mazzemarelle e altre storie"

Appuntamento martedì 29 settembre alla Nuova Libreria

Il gruppo Terre del Sud presenterà martedì 29 settembre, ore 19, alla Nuova Libreria in piazza Barbacani, il suo nuovo lavoro discografico. È un nuovo tassello che si aggiunge al progetto "Dalla Majella ai trabocchi", presentato nel 2017.

Il quinto disco dei Terre del Sud, "Streghe, pandafeche, mazzemarelle e altre storie" è formato da 12 brani inediti, uno tradizionale e una filastrocca, per esplorare il mondo dei riti, delle credenze e dei miti popolari che hanno segnato la vita di generazioni di abruzzesi (e non solo) e che esistono ancora oggi, anche se in forme per lo più folclori che, per raccontare frammenti di storia, importanti ma poco conosciuti, della nostra terra.

I ritmi e le melodie di matrice popolare,con contaminazioni dettate dalle esperienze musicali dei musicisti si fondono con i testi assecondandone la leggerezza, l’impegno, il contenuto storico e culturale.

I musicisti:
Martina Spadano - Voce, castagnette
Mimmo Spadano - Voce, chitarra acustica, chitarra battente
Peppe Tetiviola - Flauto traverso, fiati etnici, cori
Stefano Andretta - Mandolino, basso acustico, chitarra, cori
Tino Santoro - Voce, Tamburi a cornice, percussioni
Vincenzo De Ritis - Fisarmonica, Cori
Ospite della serata: 
Fabrizio Fabiano - Violoncello

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi