Santulli (Movimento Vasto): "Sul nuovo ospedale si faccia un referendum" - Prosegue il dibattito sull’ubicazione della struttura sanitaria attesa da 21 anni
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


20 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Politica 26/09

Santulli (Movimento Vasto): "Sul nuovo ospedale si faccia un referendum"

Prosegue il dibattito sull’ubicazione della struttura sanitaria attesa da 21 anni

Maurizio Santulli (Movimento Vasto)Decidano i vastesi dove va fatto il nuovo ospedale. Lo chiede il Movimento Vasto che, tramite il suo addetto stampa, Maurizio Santulli, propone un referendum per stabilire l'ubicazione della struttura sanitaria che dovrà rottamare l'attuale nosocomio, il San Pio da Pietrelcina. A 21 anni dall'acquisto dei terreni di località Pozzitello, al confine con San Salvo, una parte del mondo politico locale e regionale ha messo in discussione quella scelta, così sono spuntate le alternative: l'ospedale di costa a Casalbordino, oppure quello Vasto-Lanciano in Val di Sangro. 

Per Santulli, la parola va data ai cittadini perché "preso atto che questa annosa questione continua a dividere e lacerare la comunità cittadina, il Movimento Vasto propone di risolvere tale problematica nel modo più democratico possibile, dando cioè voce ai vastesi che, attraverso un referendum cittadino, potranno esprimere la propria volontà. La nostra idea di partecipazione politica abbraccia infatti il concetto di cittadinanza attiva ed una consultazione popolare eviterebbe ai vastesi di dover accettare decisioni prese dall'alto che poco hanno a che fare con le reali istanze della Citta del Vasto".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi