22enne guineano picchiato brutalmente da più persone nella villa di San Salvo - Erano almeno in 5-6, il ragazzo trasportato in ospedale
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


26 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

San Salvo   Cronaca 25/09

22enne guineano picchiato brutalmente da più persone nella villa di San Salvo

Erano almeno in 5-6, il ragazzo trasportato in ospedale

Gli abiti sporchi di sangueUn ragazzo di 22 anni di nazionalità guineana è stato brutalmente picchiato da almeno 5-6 persone all'interno della villa comunale di San Salvo. L'episodio è accaduto poco prima delle 18.30.

Da quanto si apprende, il giovane è stato malmenato da un gruppo di persone (almeno 5-6 secondo chi ha assistito alla scena) che poi si è accanito sullo scooter dello stesso danneggiandolo; l'episodio è accaduto nella parte posteriore della villa, non lontano dalla comunità per minori. Il ragazzo ha riportato vistose ferite al volto  e in altre parti del corpo. Stava tornando verso il proprio motociclo, dopo il pestaggio, quando si è accasciato.

Sul posto sono arrivati gli agenti della polizia locale di San Salvo allertati da alcuni testimoni, i carabinieri e l'ambulanza del 118 che ha prestato le prime cure al giovane che non ha mai perso conoscenza.
Ignote per ora le ragioni della violenta aggressione. Il ferito è stato trasportato all'ospedale "San Pio" di Vasto; ha riferito di essere stato anche derubato, il suo borsello è stato ritrovato non distante dal luogo del fatto. Sembra siano pochi ad aver visto quanto accaduto.

A testimonianza di quanto accaduto, a terra, restano la giacca della tuta e il cappellino del giovane sporchi di sangue.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       

      Necrologi


        Chiudi
        Chiudi