Due ex sindaci da rivali ad amici: parlano Tagliente (Lega) e Lapenna (Pd) - Il caso - Fa discutere la conferenza congiunta convocata per domani
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


21 gennaio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Politica 23/09/2020

Due ex sindaci da rivali ad amici: parlano Tagliente (Lega) e Lapenna (Pd)

Il caso - Fa discutere la conferenza congiunta convocata per domani

Luciano Lapenna (Pd)Arrivati a un certo punto, in politica i rivali storici possono anche diventare amici. Negli ambienti politici lo si diceva da anni: avversari sì, ma si sono sempre rispettati e, in fondo, anche stimati. Luciano Lapenna e Giuseppe Tagliente seduti uno di fianco all'altro. Uno del Pd, l'altro della Lega. Così, in un'inedita conferenza stampa congiunta, domani mattina i due ex sindaci di Vasto incontreranno i giornalisti. 

L'invito arriva dal profilo Whatsapp di Tagliente ed è stringato: "Peppino Tagliente e Luciano Lapenna avranno piacere di offrirVi un aperitivo e di mettervi a parte di alcune riflessioni. Domani, giovedì 24 settembre, alle ore 11 presso il Bar La Vastese. Vivissime cordialità. Peppino e Luciano". Anche Lapenna, contattato telefonicamente da Zonalocale, conferma: non è uno scherzo. Ma non aggiunge altro, se non che "sarà l'occasione per parlare di tante questioni". 

Giuseppe Tagliente (Lega)È facile, però, immaginare i contenuti del briefing: di sicuro la sanità, vista la posizione comune a entrambi sul nuovo ospedale in contrada Pozzitello, al confine con San Salvo; poi il futuro del Civeta e, probabilmente, anche quello dell'autoporto che, dopo 12 anni di abbandono, starebbe per diventare un magazzino di smistamento di una società specializzata nell'e-commerce.

Ma la sola convocazione della conferenza congiunta è già di per sé una notizia per il mondo politico locale, in cui ci si interroga sui motivi di questo ritorno in campo di due protagonisti che, fino a qualche settimana fa, sembravano destinati a un ruolo di secondo piano. Entrambi si sono seduti sulla poltrona più importante del municipio io: Tagliente dal 1993 al 2000, Lapenna dal 2006 al 2016. Alle elezioni del 2006, da candidati sindaci, sono stati rivali. In Regione, tra il 2000 e il 2005, hanno lavorato a stretto contatto da presidente (Tagliente) e vicepresidente (Lapenna) del Consiglio regionale. Una cosa è certa: non si sentono comprimari. 

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     

    Chiudi
    Chiudi