’La giravolta’: un "dialogo tra padre e figlio" nel nuovo brano di Auro Zelli - Online il nuovo videoclip del cantautore abruzzese
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


28 gennaio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Musica 23/09/2020

’La giravolta’: un "dialogo tra padre e figlio" nel nuovo brano di Auro Zelli

Online il nuovo videoclip del cantautore abruzzese

Auro Zelli torna con una nuova canzone, La giravolta, scritta insieme a Giulio Del Prato. Il brano è prodotto dalla Sensible Sound Recording di Roma, in collaborazione con la GunG Music Entertainment di Vasto e la compartecipazione stessa dell’amministrazione comunale della città adriatica. Il videoclip, interpretato da Tommaso, Filippo e Tiziano Lanza e Domenica D’Alonzo, è stato diretto da Kevin Zingarelli e interamente registrato nella splendida Riserva Naturale vastese di Punta Aderci. Le immagini dei luoghi suggestivi fanno così da magica cornice alla storia raccontata attraverso le parole e la musica dagli autori.

Dopo i brani proposti quest’anno dal cantautore abruzzese Auro Zelli, Stringimi e Dai una mano anche tu, che hanno ottenuto ottimi riscontri, "questo nuovo lavoro si concentra sul dialogo, intimo e profondo, di un padre con il proprio figlio, quasi una sorta di autodenuncia per non avere saputo, o potuto, lasciare al figlio, e quindi ad un’intera generazione di figlie e figli, un’eredità e un mondo che non è stato degnamente custodito come l’aveva a sua volta ricevuto - spiegano gli autori nella presentazione del brano -. In un’assunzione di paterna responsabilità egli denuncia la sua impotenza e frustrazione ma, al contempo, rinnova proprio per amore dei giovani, la voglia di tornare a combattere per proteggere il futuro delle nuove generazioni. Può una canzone affrontare temi così veri e concreti? Del Prato e Zelli dimostrano di sì, tracciando una sorta di analisi e realizzazione interiore del mondo in cui viviamo, per il quale, e questo è davvero un appello concreto, non sarà più possibile rimandare certe sfide, per noi stessi e per l’umanità tutta".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     

    Chiudi
    Chiudi