Cento anni fa nasceva il generale Dalla Chiesa: una corona d’alloro per ricordarlo - La cerimonia per il prefetto che diede la vita per lottare contro la mafia
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


20 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 19/09

Cento anni fa nasceva il generale Dalla Chiesa: una corona d’alloro per ricordarlo

La cerimonia per il prefetto che diede la vita per lottare contro la mafia

Vasto: un momento della cerimonia in memoria di Carlo Alberto Dalla ChiesaUna corona d'alloro per ricordare il generale Carlo Alberto dalla Chiesa nel centenario della sua nascita.

Una cerimonia semplice, quella che si è svolta stamani a Vasto  davanti alla lapide installata all'ingresso della piazza dedicata all'alto commissario per la lotta alla mafia, assassinato nell'attentato di via Carini il 3 settembre 1982, a soli tre mesi dall'assunzione dell'incarico di prefetto di Palermo.

Con lui, in quel barbaro agguato mafioso a colpi di kalashnikov, furono uccisi anche la moglie, Emanuela Setti Carraro - si erano sposati appena 54 giorni prima - e l'agente di scorta Domenico Russo, alla guida della Bmw che seguiva la A112 del prefetto e della consorte; il poliziotto morì dopo 12 giorni di ricovero, il 15 settembre.

Alla cerimonia hanno preso parte il prefetto di Chieti, Armando Forgione, il comandante della Legione carabinieri Abruzzo e Molise, generale Carlo Cerrina, il sindaco di Vasto, Francesco Menna, il vicesindaco, Giuseppe Forte, amministratori comunali e soci delle associazioni combattentistiche e d'Arma e delle forze dell'ordine in congedo.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi