Scuola, Castaldi: "Riapertura in sicurezza è sfida enorme. In Abruzzo arrivano nuovi banchi e sedie" - "Recupero di carenze strutturali, a certa propaganda rispondiamo con il lavoro"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


27 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Roma   Politica 17/09

Scuola, Castaldi: "Riapertura in sicurezza è sfida enorme. In Abruzzo arrivano nuovi banchi e sedie"

"Recupero di carenze strutturali, a certa propaganda rispondiamo con il lavoro"

Gianluca CastaldiLa riapertura delle scuole è uno degli argomenti più caldi dell'ultimo periodo. Se in molte regioni gli studenti sono già tornati sui banchi, in Abruzzo le porte degli istituti riapriranno il 24 settembre.

A parlare del ritorno in classe è il sottosegretario ai Rapporti con il Parlamento, Gianluca Castaldi che definisce la riapertura delle scuole in sicurezza "una sfida enorme per il Governo. Lo sforzo organizzativo per la produzione e la logistica degli strumenti necessari - dichiara - ci ha impegnato senza sosta: grazie a questa operazione, sono in distribuzione nelle scuole abruzzesi 88.100 banchi singoli, 35.989 sedie e 27.432 sedute innovative".

"Per fare alcuni esempi - prosegue - ci sono 100 banchi e 100 sedie per la Scuola Primaria 'G. Spataro' di Vasto, 50 sedute innovative per l'Istituto Omnicomprensivo 'R. Mattioli - S. D'Acquisto' di San Salvo, altrettante per il 'Mario Bosco' di Lanciano".

"Oltre ai problemi legati all'emergenza causata dalla pandemia di Coronavirus - afferma - stiamo recuperando in pochi mesi alcune carenze strutturali. A certa propaganda fatta di falsità clamorose, stiamo rispondendo con i fatti, con i numeri, col lavoro quotidiano negli uffici dei Ministeri".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi