Videoispezione dell’acquedotto delle Luci per "capire dove finiscono migliaia di litri d’acqua" - Prosegue l’attività esplorativa di Parsifal e Italia Nostra
Timeout- Il confronto tra Bosco e D'Elisa sulla scuola CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


27 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Attualità 13/09

Videoispezione dell’acquedotto delle Luci per "capire dove finiscono migliaia di litri d’acqua"

Prosegue l’attività esplorativa di Parsifal e Italia Nostra

Dove finisce l'acqua che scorre nell'acquedotto romano delle Luci? È la domanda a cui cercando di dare una risposta da tempo cooperativa Parsifal e Italia Nostra del Vastese attraverso l'attività di studio ed esplorazione dell'opera di ingegneria idraulica costruita dai romani ai tempi dell'antica Histonium. Dalla stima fatta dai tecnici, che negli ultimi dieci anni si sono calati più volte nei pozzi per esplorare ampi tratti dell'acquedotto ed effettuare misurazioni e rilievi, ogni giorno nel condotto scorrono 150mila litri d'acqua (poco meno di due litri al secondo). Acqua che però non si sa dove vada a finire perchè, dopo il pozzo presente a margine di viale delle Rimembranze, all'interno della villa comunale, non è stato possibile proseguire l'attività esplorativa, nè risultano evidenti punti di fuoriuscita dell'acqua, visto che l'acquedotto è stato progressivamente abbandonato dopo il 1926. Ecco perchè diventa cruciale, visto che la zona a valle è fortemente interesata dal dissesto idrogeologico, riuscire a ricostruire il percorso del tratto finale dell'acquedotto.

Per questo ieri mattina è stata portata avanti una interessante attività di videoesplorazione. Grazie all'interessamento di Franco Scarabelli, e in collaborazione di Angelo Potalivo della Rigenia, a Vasto è arrivato - a titolo gratuito - il team della Dantec, società di Giussano (MB) specializzata nelle videoispezioni in condutture. Con il coordinamento dell'archeologo Davide Aquilano, e degli archeospeleologi Marco Rapino e Fabio Sasso (che per una volta hanno guidato l'esplorazione dall'alto senza scendere nei pozzi), i tecnici Dante Scremin e Daniel Bostan hanno fatto scendere le loro apparecchiature all'interno dell'acquedotto per poterne cogliere aspetti di interesse.

Guarda il video Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti


Video - Videoispezione dell'acquedotto delle Luci per capire dove finisce l'acqua

Le interviste a Marco Rapino, Davide Aquilano, Dante Scremin e Angelo Potalivo - Servizio di Giuseppe Ritucci



 

     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi