200 pannelli fotovoltaici rubati a Fresagrandinaria recuperati dai carabinieri - Stipati dentro un autocarro
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


25 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

200 pannelli fotovoltaici rubati a Fresagrandinaria recuperati dai carabinieri

Stipati dentro un autocarro

Il carico di pannelliCirca 200 pannelli fotovoltaici rubati stipati dentro un autocarro. È quanto scoperto dai carabinieri di Fresagrandinaria che nel pomeriggio di ieri hanno rinvenuto il mezzo tra i campi.

I pannelli sono risultati rubati in un terreno adiacente alla Statale Trignina nel territorio di Fresagrandinaria. L'autocarro è stato posto sotto sequestro e i pannelli sono stati riconsegnati al legittimo proprietario. Le indagini dei militari vanno avanti per accertare dove fossero diretti e l'eventuale coinvolgimento di altre persone.
Molto probabilmente i ladri hanno avuto un imprevisto che li ha costretti ad abbandonare il mezzo (almeno una gomma era a terra) e la refurtiva.

Quella del furto dei pannelli solari non è una pratica sconosciuta nel territorio e soprattutto in quell'area. È notizia di qualche giorno fa dell'arresto dell'ultimo componente di una banda dedita a questo tipo di attività criminosa che aveva colpito più volte nel 2013 nell'entroterra vastese; tra i principali colpi ce n'era stato uno a un campo fotovoltaico tra Fresagrandinaria e Dogliola [LEGGI].

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi