Migranti positivi al Covid, Menna: "Intollerabile. Per la sicurezza di tutti mi appello al prefetto" - L’11 settembre vertice in Prefettura. Il sindaco: "Superficialità nei controlli"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


28 settembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Politica 08/09

Migranti positivi al Covid, Menna: "Intollerabile. Per la sicurezza di tutti mi appello al prefetto"

L’11 settembre vertice in Prefettura. Il sindaco: "Superficialità nei controlli"

Armando ForgioneUn vertice per discutere della ripartizione dell'accoglienza migranti su tutto il territorio provinciale.

Lo ha convocato il prefetto di Chieti, Armando Forgione, su richiesta del sindaco di Vasto, Francesco Menna. Si svolgerà venerdì 11 settembre, alle 11.30, in Prefettura. Sarà importante anche alla luce dell'ultima notizia circa la positività di 5 persone trasferite da Lampedusa [LEGGI].

Forgione ha convocato i sindaci dei Comuni coinvolti nel sistema di accoglienza: Carunchio, Gissi, Guilmi, Lentella, Palmoli, Schiavi d'Abruzzo e, appunto, Vasto.

Francesco MennaMenna nei giorni scorsi, quando si era diffusa la notizia del trasferimento nell'Hotel Continental di persone sbarcate a Lampedusa, aveva inviato al prefetto una lettera in cui chiedeva un incontro sul Piano di ripartizione provinciale e risposto alle critiche del centrodestra affermando che l'adesione del Comune di Vasto allo Sprar (Sistema di protezione dei richiedenti asilo e rifugiati) ha limitato, a suo dire, l'arrivo dei migranti in città.

"E’ intollerabile quanto accaduto", afferma Menna dopo aver appreso la notizia della positività di alcuni degli ultimi arrivati: "I cinque migranti  sono già stati isolati e sono in quarantena. Una situazione assurda, che dimostra la superficialità con cui sono stati fatti i controlli". Poi si rivolge a Forgione: "Mi appello al prefetto e alle autorità sanitarie affinché venga tutelata la sicurezza di tutti"

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

    Annunci di Lavoro


      Chiudi
      Chiudi