Da oggi in vigore il nuovo Dpcm: resta l’obbligo delle mascherine - Trasporti locali: capienza all’80%
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


28 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Roma   Attualità 07/09

Da oggi in vigore il nuovo Dpcm: resta l’obbligo delle mascherine

Trasporti locali: capienza all’80%

Giuseppe ConteEntra oggi in vigore il nuovo Dpcm emanato dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, per il contenimento della diffusione del Covid-19. Il nuovo provvedimento ha validità di 30 giorni, quindi fino al 7 ottobre

Vengono confermate le misure adottate finora: distanziamento di un metro, igiene delle mani e uso delle mascherine. Queste sono obbligatorie in luoghi chiusi accessibili al pubblico e all'aperto nelle occasioni nelle quali non si riescono a garantire le distanze. Su questo punto viene introdotto quanto stabilito dall'ordinanza del ministero della Salute di metà agosto: obbligo di indossare le mascherine dalle 18 alle 6 "negli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico nonché negli spazi pubblici (piazze, slarghi, vie, lungomari) ove per le caratteristiche fisiche sia più agevole il formarsi di assembramenti anche di natura spontanea e occasionale". Discoteche e sale da ballo restano chiuse così come gli stadi dove le partite continueranno a svolgersi a porte chiuse.

In vista della riapertura delle scuole sono state introdotte nuove regole per il trasporto locale: la capienza di bus, metropolitane e treni regionali potrà arrivare all'80% dei posti se saranno garantiti efficaci sistemi di aerazione e ricambio dell'aria. È inoltre previsto che gli scuolabus potranno viaggiare pieni se la permanenza a bordo degli studenti non supererà i 15 minuti.

RIENTRI DALL'ESTERO - Sui rientri dall'estero il Dpcm recepisce integralmente le prescrizioni della suddetta ordinanza. Obbligatorio il tampone per chi arriva da Paesi a rischio (Croazia, Grecia, Malta e Spagna), mentre obbligatoria è la quarantena per chi arriva da Romania e Bulgaria.
Divieto di ingresso dai 16 Stati inseriti nella black list: Armenia, Bahrein, Bangladesh, Brasile, Bosnia Erzegovina, Cile, Kuwait, Macedonia del Nord, Moldova, Oman, Panama, Perù, Repubblica Dominicana, Serbia, Montenegro e Kosovo". Prevista una deroga per il ricongiungimento delle coppie internazionali. Si potrà tornare in Italia per raggiungere "la persona con cui si ha una stabile relazione affettiva, anche se non convivente". 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi