Rogo nella Riserva, la vegetazione non rinascerà tutta da sola. Menna: "Servono ripiantumazioni" - Dopo l’incendio del 30 agosto, in corso il calcolo dei danni. Alcuni sono permanenti
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


2 dicembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Ambiente 05/09

Rogo nella Riserva, la vegetazione non rinascerà tutta da sola. Menna: "Servono ripiantumazioni"

Dopo l’incendio del 30 agosto, in corso il calcolo dei danni. Alcuni sono permanenti

Vasto, Riserva naturale regionale di Punta Aderci: l'incendio del 30 agosto sulla spiaggia di Punta PennaAlcuni dei danni causati dal fuoco sono permanenti. La vegetazione distrutta dall'incendio non rinascerà tutta da sola. Ci sono specie che vanno ripiantate.

È l'esito dei sopralluoghi svolti nei giorni scorsi a Punta Penna, dove il rogo del 30 agosto ha ridotto in cenere flora retrodunale e arbusti del costone che domina la spiaggia più grande dell'area protetta, istituita nel 1998 con un'apposita legge regionale. 

"I tecnici - dice il sindaco di Vasto, Francesco Menna - stanno calcolando il livello di danno causato dall'incendio e ciò che è necessario alla piantumazione sia della macchia mediterranea, che è morta, sia della parte legnosa, distrutta dalle fiamme. Fatto questo calcolo, si procederà a chiedere un contributo alla Regione Abruzzo, dove pende un emendamento presentato dal consigliere regionale Silvio Paolucci", che propone l'erogazione di 500mila euro per la progettazione e gli interventi necessari e, con questa proposta, ha suscitato le critiche del centrodestra, che ha bollato come propagandistico il documento presentato dall'esponente del Pd e avanzato una controproposta provocatoria: il Comune stanzi un milione di euro per la Riserva.

Al di là delle polemiche, il danno da riparare è grave.

"Sono necessarie nuove piantumazioni", spiega Menna. "Una volta ottenuti i finanziamenti, metteremo a gara gli interventi da finanziare con i fondi della Regione e le economie del Comune. Per i cittadini che vogliono contribuire, c'è un Iban dedicato alla raccolta di contributi da indirizzare al Comune di Vasto, cosa che sta facendo il consorzio Vivere Vasto Marina, con cui stiamo collaborando".

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi