Migranti, Benedetti: "Propaganda populista del centrodestra getta nel caos l’opinione pubblica" - Il comunicato del referente di Possibile Vasto
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


22 settembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Politica 05/09

Migranti, Benedetti: "Propaganda populista del centrodestra getta nel caos l’opinione pubblica"

Il comunicato del referente di Possibile Vasto

La vicenda dei migranti in arrivo a Vasto da Paterno, continua ad infiammare la scena politica locale. Andrea Benedetti, referente di Possibile Vasto, espone, in una nota stampa, il suo punto di vista sulla questione.

"La continua propaganda populista del centrodestra vastese continua a gettare nel caos l'opinione pubblica, ventilando timori e paure irrazionali al solo scopo di ergere il paladino di turno a difensore della Patria", si legge nel comunicato.

"L’ultima vicenda in cui tristemente osserviamo questo comportamento che abbiamo imparato bene a conoscere riguarda l'arrivo da Lampedusa nella nostra regione di 55 migranti, dei quali 30 saranno ospitati a Vasto e 25, inizialmente assegnati a una struttura di Paterno (nella Marsica) poi rivelatasi inidonea, tra Vasto e L'Aquila – afferma -. L'atteggiamento osservato è sempre lo stesso sia per quanto dichiarato da Fratelli d'Italia a Vasto, sia per quanto 'denunciato' dalla consigliera regionale Sabrina Bocchino della Lega, che galvanizzano abilmente le emotività della cittadinanza avanzando ragioni sanitarie e securitarie: ritenere l'arrivo dei profughi una piaga, come fossero, in quanto tali, la rovina del territorio".

"Una cosa è certa – prosegue - il sistema Sprar, a cui il Comune di Vasto ha aderito, ha dimostrato nel tempo di essere il più efficiente per favorire l'integrazione tra persone e culture e lo sviluppo dell'essere umano, come dimostra l'esempio virtuoso messo in pratica a Riace da Mimmo Lucano".

"Le argomentazioni contro i migranti sono svariate, ma hanno uno sbocco comune: l'attacco aprioristico, l'indicazione di un nemico – dichiara -. Poco importa se i dati non rispecchiano le parole (i migranti in arrivo a Vasto, come dichiarato dal sindaco Francesco Menna, sono tutti negativi al Covid-19), poco importa se ci sono della cause sociali da indagare in episodi di degrado e abbandono che possono preoccupare (e tra queste ci sono i Decreti Sicurezza, che hanno consegnato persone alla strada, tra le braccia della criminalità): chi ha un obiettivo prefissato, quello di umiliare il povero, il debole, lo strano, cerca una strada per aggredirlo, non curandosi di quanto sia assurda”.

"Un'altra cosa è certa: l'ostilità dichiarata nei confronti del diverso, visto come male a priori, è figlia dell'incapacità di concepire un progresso, un futuro, una prospettiva per la nostra città e l'intero Paese – sostiene -; elementi che passano necessariamente non per l'eliminazione delle tradizioni, ma per il loro sviluppo. Le tradizioni sono un costituente fondamentale della cultura e, proprio come questa, sono dinamiche, fluide, fioriscono quando e dove non ti aspetti: in una strada abbandonata, in una nuova amicizia, in un ragazzo che arrivato in Italia si forma e contribuisce alla collettività, in uno straniero che salva un negoziante in difficoltà, che magari lo assume gonfio di orgoglio, e nella bellezza che sboccia quando si decide assieme come migliorare le nostre vite, senza odi reciproci, senza pregiudizi, senza i 'prima gli', perché il patto sociale, come lo Stato di diritto, funziona così, è universale, proprio come diritti e doveri".

 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

    Annunci di Lavoro


      Chiudi
      Chiudi