Rogo di Punta Aderci, Paolucci presenta la proposta di legge: 500mila euro per riparare i danni - Costone devastato dalle fiamme, contributo straordinario per il Piano di ripristino
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


19 gennaio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Politica 02/09/2020

Rogo di Punta Aderci, Paolucci presenta la proposta di legge: 500mila euro per riparare i danni

Costone devastato dalle fiamme, contributo straordinario per il Piano di ripristino

Vasto, 30 agosto 2020: elicottero dei vigili del fuoco getta acqua sulle fiamme che hanno aggredito la spiaggia di Punta Penna Mezzo milione di euro per fa rinascere la Riserva naturale di Punta Aderci a Vasto. È il progetto di legge regionale presentata da Silvio Paolucci (Pd) dopo l'incendio che ha bruciato la vegetazione retrodunale e quella del costone della spiaggia di Punta Penna, l'arenile più grande dell'area protetta. 

"Contributo per il ripristino danni provocati dall'incendio della Riserva Punta Aderci": s'intitola così la proposta, che approderà in Consiglio regionale probabilmente nelle prossima seduta. Martedì si riunirà la conferenza dei capigruppo per decidere data e ordine del giorno del Consiglio.

"Con l'articolo 1 del progetto di legge - afferma Paolucci - si intende concedere al Comune di Vasto, in qualità di ente gestore della Riserva naturale guidata di Punta Aderci, istituita con legge regionale numero 9 del 20 febbraio 1998, un contributo per la predisposizione di un Piano di interventi per ripristinare, negli anni, le superfici interessate dai danni provocati dagli incendi del 30 agosto 2020 e per l'attuazione dello stesso". 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     

    Chiudi
    Chiudi