"Salvataggio a Punta Penna, importante l’intervento di bagnanti che si sono tuffati a soccorrere" - La testimonianza
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


28 settembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Cronaca 02/09

"Salvataggio a Punta Penna, importante l’intervento di bagnanti che si sono tuffati a soccorrere"

La testimonianza

Vasto: spiaggia di Punta Penna (foto di repertorio)Se ieri a Punta Penna quattro persone sono state salvate, il merito è stato anche di alcuni bagnanti, che si sono subito tuffati in mare a prestare i primi, importanti soccorsi. Lo affermano alcuni testimoni.

Riguardo alla notizia di ieri relativa al salvataggio [LEGGI], di cui Zonalocale ha pubblicato i comunicati diramati nel tardo pomeriggio di ieri, sono giunte due richieste di precisazione, una in forma anomima, l'altra firmata da persona che si trovava sul posto, Chiara Labadini, secondo cui "alcuni bagnanti, in particolare uno", racconta la testimone, "si sono adoperati per portare in salvo le tre persone in mare. Una di loro è stata tratta in salvo da tre di questi uomini, che sono andati a prenderla direttamente al pilone del trabocco, dove era aggrappata e sono riusciti a riportarla a riva ben prima dell'arrivo dei soccorsi. Gli stessi uomini - afferma Chiara Labadini - sono poi saliti sul trabocco, da dove hanno lanciato delle corde e poi si sono buttati recuperando il padre e la bambina e riuscendo a spingerli fino alle corde, dove sono rimasti aggrappati in attesa dei soccorsi".

"Una persona è stata portata a riva dai bagnanti intervenuti", dice Luigi Di Silverio della cooperativa Compagnia del mare-Lifeguard-Società nazionale di salvamento. "Paolo Sorgente, con grande freddezza, è intervenuto con la moto d'acqua, insieme all'imbarcazione della piccola pesca, a soccorrere le altre persone, che erano aggrappate alle corde. Sono state recuperate e portate nel porto di Punta Penna".

La sala operativa della guardia costiera ha coordinato l'intervento di pilotina, rimorchiatore, barca della piccola pesca e moto d'acqua. La motovedetta è arrivata da Ortona dopo i necessari tempi tecnici di navigazione.

Zonalocale accoglie volentieri le testimonianze utili alla completezza dell'informazione, nella consapevolezza del fatto che l'aiuto dei cittadini spesso risulti essere importante - e in alcuni casi determinante - ai fini dei soccorsi auspicando che, come in questo caso, ci sia sempre una stretta collaborazione tra cittadini e soccorritori delle cooperative di salvamento e della guardia costiera. 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

    Annunci di Lavoro


      Chiudi
      Chiudi