Referendum sul taglio dei parlamentari, nasce nel Vastese il Comitato per il Sì - Verso il voto del 20 e del 21 settembre
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


19 settembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

San Salvo   Politica 01/09

Referendum sul taglio dei parlamentari, nasce nel Vastese il Comitato per il Sì

Verso il voto del 20 e del 21 settembre

La Camera dei deputati. In home page: il Senato della RepubblicaSi è costituito nel Vastese il Comitato per il Sì al referendum costituzionale del 20 e del 21 settembre, quando gli italiani saranno chiamati a esprimersi sulla riduzione del numero dei parlamentari. Ne fanno parte anche alcuni nomi noti della politica locale, da Edmondo Laudazi a Gabriele Marchese, da Camillo D'Amico a Nicolangelo D'Adamo. 

La legge di revisione costituzionale, che ha avuto il via libera dal Parlamento e viene sottoposta al giudizio degli elettori, prevede il taglio di 345 seggi: la Camera passerebbe da 630 a 400 deputati e il Senato da 315 a 200

"Sarebbe stato giusto - si legge in una nota del neonato sodalizio - che il Parlamento avesse approvato una riforma per il superamento dell'attuale bicameralismo, con la conseguente riduzione dei suoi rappresentanti. Purtroppo non e' stato così: ancora una volta sono prevalsi resistenze e veti incrociati. La qual cosa è un brutto segnale per il Paese e per i tanti cittadini che si aspettavano un cambiamento.

Il risultato del referendum non darà tutte le risposte che avrebbe potuto dare una Riforma organica, ma lasciare le cose come stanno sarebbe un ulteriore brutto segno che la Politica manda ai cittadini, da tempo in attesa di una scossa o anche di un messaggio concreto, soprattutto da parte delle forze che vogliano cambiare ed innovare.

L' auspicata vittoria del Sì sarà un ulteriore monito per i leader politici, affinché la smettano di determinare loro medesimi chi mettere in posizione elegibbile nelle liste.

Bisogna andare a votare e votare Sì", sostengono gli attivisti del comitato, perché "il Paese ha bisogno di cambiamento e innovazione; gli elettori devono riprendersi il diritto di scegliere i propri rappresentanti; la politica ha bisogno di sobrietà, con conseguente riduzione dei privilegi; in Parlamento deve andare chi vuole fare un servizio a difesa del bene comune. Per conseguire questi risultati, ci mobiliteremo noi che abbiamo sempre creduto in una politica senza interessi e privilegi personali".

I fondatori: Antonio Autunno, Rinaldo Bevilacqua, Lino Marino Brigante , Carlo Cardarella, Enrico Costantini, Fioravante D'Acciaro, Nicolangelo D'Adamo, Camillo D'Amico, Angelo D'Andrilli, Giuseppe Di Francesco, Mario Di Giacomo, Romeo Di Meco, Sante Di Rocco, Orazio Di Stefano, Claudio Di Vincenzo, Giuseppe Gattafoni, Domenico Giuliani, Lina Iavicoli, Edmondo Laudazi, Vincenzantonio Lucci, Roberto Mancini, Gabriele Marchese, Giuseppe Masciulli, Antonio Pace, Luciano Piluso, Nicola Ruggieri, Nicola Sannino, Antonio Spadaccini, Fabio Travaglini.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

    Annunci di Lavoro

      Necrologi


        Chiudi
        Chiudi