Le "Ali per sognare" di Stefania Pisciscelli diventano un dono per l’Agbe - Con il libro dell’insegnante vastese raccolti 2300 euro
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


27 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Attualità 01/09

Le "Ali per sognare" di Stefania Pisciscelli diventano un dono per l’Agbe

Con il libro dell’insegnante vastese raccolti 2300 euro

Per la seconda volta un libro di Stefania Piscicelli si tramuta in dono di solidarietà. Con Ali per sognare - In viaggio verso la libertà, scritto dall'insegnante vastese, sono stati raccolti 2300 euro donati all'Agbe, l'associazione genitori bambini emopatici di Pescara. "Sono pochi per sostenere associazioni come l'Agbe, che da accompagna moralmente, psicologicamente e anche economicamente i piccoli pazienti (e le loro famiglie) del reparto di oncoematologia pediatrica dell'ospedale di Pescara. Ma il Covid ha sospeso le presentazioni del libro e le relative vendite, per ora siamo riusciti a fare questo".

Ma l'emergenza sanitaria "ha fatto venire fuori un'altra realtà: la grave situazione in cui vige il sistema sanitario nazionale. I continui tagli alla sanità, le poche risorse economiche degli ospedali spesso sono risanate da associazioni come l'Agbe che forniscono aiuti importanti ai presidi ospedalieri. Per questa ragione, a mio avviso, quando è possibile bisogna sostenere associazioni come queste!".

Quella raccolta fino ad oggi "non è una grandissima somma ma sono contenta di aver contribuito nel mio piccolo a sostenere questa associazione e soprattutto contenta di aver coinvolto i bambini della mia scuola che a Natale hanno rinunciato a qualcosa per contribuire alla stampa dei libri. I veri protagonisti del progetto sono stati i bambini che, spero, ricorderanno la presentazione e le parole della dottoressa Silvia Pascale, ematologa presso l' ospedale di Pescara che in quell'occasione ha spiegato la malattia ai bambini. 

Siamo ancora in emergenza Covid, ma non appena tutto questo finirà spero di riprendere i contatti con gli insegnanti, librerie e varie associazioni culturali che mi avavano contattato per presentare il mio libro con la speranza di poter portare nelle casse di questa splendida associazione qualche altro contributo".

Dall'insegnante vastese c'è anche il grazie "a chi mi è stato accanto durante questo progetto: ibambini e i loro genitori, l'illustratrice Stefania D'Orazio, la mia insostituibile  amica Alessandra Travaglini, i miei amici e amiche, volontari e volontarie, che mi hanno aiutato nella vendita, ma soprattutto le persone che hanno acquistato il libro contribuento così a sostenere l'Agbe".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi