Cause perse, FdI attacca: "Una montagna di debiti che i vastesi dovranno ripianare" - Suriani e Prospero: "La sinistra ha nascosto le sentenze sotto il tappeto"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


28 settembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Politica 29/08

Cause perse, FdI attacca: "Una montagna di debiti che i vastesi dovranno ripianare"

Suriani e Prospero: "La sinistra ha nascosto le sentenze sotto il tappeto"

Da sinistra: Vincenzo Suriani e Francesco Prospero (FdI)Le amministrazioni di centrosinistra hanno "per anni sepolto sotto il tappeto" le sentenze che condannano il Comune a pagare "centinaia di migliaia di euro che i cittadini vastesi devono riavere". A pochi giorni dalla seduta fiume convocata per il 2 e il 3 settembre [LEGGI], i consiglieri comunali di Fratelli d'Italia annunciano battaglia.

"Come il gruppo consiliare di FdI aveva annunciato diverse settimane fa - dichiarano a Zonalocale Vincenzo Suriani e Francesco Prospero - la situazione finanziaria del Comune è allarmante, per non dire disperata. Oltre ai gravi ritardi sottolineati nei pagamenti e nelle riscossioni, il collegio dei revisori dei conti ha obbligato l'amministrazione Menna a fare i conti coi debiti fuori bilancio.

Si tratta di centinaia di migliaia di euro accumulati nel tempo, dal 2011 in poi, che i cittadini vastesi devono riavere a causa delle sentenze esecutive, e che la sinistra ha per anni sepolto sotto il tappeto. Ora approdano in Consiglio comunale ben 55 delibere, che dovranno poi essere inviate alla Corte dei Conti, con il risultato che anche il Consiglio comunale sarà occupato, per giorni o per settimane, a tamponare lo sfascio finanziario di Menna e dei suoi assessori. Una situazione indegna, che, a meno di un anno dalle elezioni, descrive bene quello che la Giunta Menna sta lasciando ai vastesi: casse vuote, un piano di rientro finanziario obbligatorio e una montagna di debiti che saremo noi cittadini a dover ripianare".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

    Annunci di Lavoro


      Chiudi
      Chiudi