Cinghiali, prof. Mazzatenta: "Troppi abbattimenti, perciò cucciolate anche ad agosto" - Il docente della "d’Annunzio": "Così il loro numero aumenta invece di diminuire"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


25 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Attualità 27/08

Cinghiali, prof. Mazzatenta: "Troppi abbattimenti, perciò cucciolate anche ad agosto"

Il docente della "d’Annunzio": "Così il loro numero aumenta invece di diminuire"

"La pressione selettiva attuata sui cinghiali li porta ad attuare delle strategie riproduttive differenti da quelle che vorrebbe la norma delle biologia per questi animali, quindi le cucciolate nate in primavera. È di questi giorni l'avvistamento di numerose cucciolate intorno a Vasto". Lo rivela il professor Andrea Mazzatenta dell'Università d'Annunzio di Chieti. "Abbiamo anche scattato - racconta - delle immagini che ci portano, date le dimensioni dei cuccioli, a stimare la nascita intorno a Ferragosto, quindi una nascita completamente fuori stagione. Questo a riprova di quello che si diceva nei vari convegni che abbiamo fatto nel passato che la elevata pressione antropica di questa specie porta a una elevata riproduzione di questi animali e, quindi, al fenomeno che tutti conosciamo e che cerchiamo di contenere. Sempre, però, bisognerebbe attuare delle scelte scientificamente valide, altrimenti questi sono i risultati, quindi invece di far diminuire il numero, farlo aumentare". 

L'intervista video al professor Mazzatenta:

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi