Prima il pontile, poi la vetrata del lungomare: i vandali a Vasto Marina non si fermano mai - Teppisti
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


19 settembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Cronaca 24/08

Prima il pontile, poi la vetrata del lungomare: i vandali a Vasto Marina non si fermano mai

Teppisti

Vasto Marina, lungomare Cordella: un pezzo di vetrata danneggiataAccanirsi contro le ringhiere del lungomare di Vasto Marina rimane uno degli sport preferiti dai vandali che imperversano da settimane sulla riviera. 

Servirà un'ennesima riparazione dopo che gli ignoti si sono divertiti di recente a spaccare cinque vetri della balconata di viale Dalmazia e della scalinata che la collega al sottostante lungomare Cordella. 

I danneggiamenti del patrimonio pubblico ormai sono decine ogni anno e il Comune di Vasto spende centinaia di migliaia di euro per le necessarie riparazioni.

L'ultimo raid era dell'8 agosto, quando i teppisti avevano divelto e scagliato in mare una porzione del parapetto metallico del pontile di Vasto Marina che, di conseguenza, era rimasto chiuso fino all'11 agosto per evitare problemi di sicurezza e consentire agli operai municipali di riparare il danno [LEGGI]. La balaustra scaraventata in acqua era stata recuperata dal gruppo comunale di Protezione civile.

Nelle scorse notti un altro assalto sul litorale. Chissà se stavolta le immagini della videosorveglianza aiuteranno a identificare i responsabili.

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

    Annunci di Lavoro


      Chiudi
      Chiudi