Tentato furto d’auto a Vasto Marina, "Le istituzioni riusciranno ad arginare la criminalità?" - Lo sfogo di un genitore
Timeout- Il confronto tra Bosco e D'Elisa sulla scuola CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


27 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Tentato furto d’auto a Vasto Marina, "Le istituzioni riusciranno ad arginare la criminalità?"

Lo sfogo di un genitore

Aveva parcheggiato l'auto sul lungomare Cordella all'altezza della Bagnante e della pineta e ignoti hanno provato a rubarla senza successo. La vittima del tentato furto è una giovane di Vasto che ieri sera aveva raggiunto la marina per una passeggiata con il figlio di un anno e mezzo.

La donna al ritorno all'auto, una Fiat Punto, l'ha trovata aperta con la serratura della portiera forzata molto probabilmente con un cacciavite. All'interno del veicolo era stato divelto il pannello sotto lo sterzo. Chi ha agito non ha avuto il tempo necessario per portare a termine il furto, forse disturbato da qualcuno.

"Se mia figlia fosse tornata mentre quei balordi stavano tentando il furto – si chiede il genitore della donna – cosa sarebbe successo? Rabbrividisco al solo pensiero. Bisogna prendere seri provvedimenti ed eventualmente disseminare la città di telecamere quantomeno per dissuadere questi malfattori e agire legalmente su di loro".
L'episodio non è stato denunciato alle forze dell'ordine.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi