Dopo due anni, il sovrappasso di San Salvo Marina è ancora chiuso - Il Pd: "Simbolo di una città ferma"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


25 settembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

San Salvo   Politica 17/08

Dopo due anni, il sovrappasso di San Salvo Marina è ancora chiuso

Il Pd: "Simbolo di una città ferma"

Secondo "anniversario" per il sovrappasso chiuso di San Salvo Marina. Il passaggio pedonale rialzato che scavalca la Statale 16 all'altezza del complesso Icea era stato infatti chiuso precauzionalmente durante lo sciame sismico che colpì il Molise il 14 e 16 agosto 2018. I successivi rilievi tecnici evidenziarono diverse criticità non legate ai movimenti tellurici, ma imputabili al cattivo stato della struttura (con la ringhiera a rischio distacco). Da allora, il sovrappasso che consentirebbe di non attraversare la trafficata Statale 16 è chiuso.

Sulla vicenda intervengono i gruppi di opposizione di centrosinistra del consiglio comunale di San Salvo: "Urgente manutenzione ordinaria con ripristino della pavimentazione esistente e verifica dell’ancoraggio della ringhiera della struttura. Queste le parole dell’assessore ai Lavori pubblici, Maria Travaglini nel corso dell’assise civica del 25 settembre 2018 e durante la quale, spiegando le motivazioni che avevano portato l’amministrazione comunale a chiudere il sovrappasso che collega la Marina di San Salvo all’interno cittadino del complesso Icea, aveva aggiunto: L’amministrazione comunale, visti i diversi lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria in corso sugli edifici e sulle strutture pubbliche provvederà, non appena possibile, a svolgere i lavori di manutenzione della passerella del sovrappasso e le relative verifiche dell’ancoraggio della ringhiera per permetterne così la riapertura".

La nota firmata da Marika Bolognese (Italia Viva), Antonio Boschetti, Gennaro Luciano e Gianni Mariotti (Pd) e Fabio Travaglini (Più San Salvo) continua "Certo è che il ritardo dei lavori di ripristino dello stesso non sono da associare all’emergenza Covid visto che la città sono due anni che attende. È questa dunque l’ennesima dimostrazione che laddove non è intervenuto il Governo e/o la Regione a guida centrosinistra, San Salvo sarebbe oggi una città ferma al 2012". 

"Il cattivo stato del sovrappasso era frutto dell’incuria e della assente manutenzione negli anni. Quell’assenza di manutenzione della città che denunciamo da tempo e che ha portato l'ordinaria manutenzione della città a diventare straordinaria vista la lentezza del centrodestra di svolgere i lavori di manutenzione. Oggi, a due anni dalla chiusura del sovrappasso, torniamo a sollecitare l'amministrazione comunale a provvedere quanto prima al ripristino del sovrappasso e cogliamo nuovamente l'occasione per sapere quali sono le motivazioni per le quali a due anni dalla chiusura, i suddetti lavori, classificati come urgenti, non sono ancora avvenuti".

 

 

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

    Annunci di Lavoro

      Necrologi


        Chiudi
        Chiudi