Coronavirus, nuova stretta del Governo: mascherine obbligatorie all’aperto dalle 18 alle 6 - Chiuse le discoteche
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


22 settembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Roma   Attualità 16/08

Coronavirus, nuova stretta del Governo: mascherine obbligatorie all’aperto dalle 18 alle 6

Chiuse le discoteche

Discoteche chiuse (sono escluse deroghe regionali) e mascherine all'aperto obbligatorie dalle 18 alle 6 nei luoghi all'aperto dove possono formarsi assembramenti. A disporlo è un'ordinanza del ministro della Salute, Roberto Speranza, che da tempo sta monitorando l'aumento dei contagi in Italia. 

Oltre all'obbligo delle mascherine, come detto, l'ordinanza dispone anche lo stop alle discoteche all'aperto e al chiuso, comprese negli stabilimenti balneari. Su questo punto le Regioni non potranno adottare deroghe e allo studio ci sono misure di sostegno ai titolari di locali.

Cosa dice l'ordinanza:
"Ferme restando le disposizioni di cui all’articolo 1 del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 7 agosto 2020, citato in premessa, ai fini del contenimento della diffusione del virus COVID-19 sono adottate le seguenti ulteriori prescrizioni:
a) è fatto obbligo dalle ore 18.00 alle ore 06.00 sull’intero territorio nazionale di usare protezioni delle vie respiratorie anche all’aperto, negli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico nonché negli spazi pubblici (piazze, slarghi, vie) ove per le caratteristiche fisiche sia più agevole il formarsi di assembramenti anche di natura spontanea e/o occasionale;
b) sono sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo, discoteche e locali assimilati, all’aperto o al chiuso. 2. Relativamente ai punti a) e b) non sono ammesse deroghe con ordinanze regionali".

Con l'obbligo alla sera dell'uso delle mascherine il Governo cerca così di limitare i rischi della movida che stanno facendo discutere anche su scala locale, soprattutto per gli assembramenti di giovani. Il sindaco di Vasto, Francesco Menna, la settimana scorsa, ha minacciato di limitare la vendita di alcolici dopo lo stop alle 2 della musica, ma gli affollamenti si registrano anche nella vicina San Salvo Marina soprattutto in corrispondenza del tratto di lungomare interessato dal mercato estivo.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

    Annunci di Lavoro


      Chiudi
      Chiudi