Migranti positivi al Covid, Lega: Regione chiederà i danni. Bocchino: "Gissi ora è paese fantasma" - La polemica
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


22 settembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Gissi   Cronaca 07/08

Migranti positivi al Covid, Lega: Regione chiederà i danni. Bocchino: "Gissi ora è paese fantasma"

La polemica

Sabrina Bocchino (Lega)"La Lega e il governo regionale non lasciano soli i sindaci abruzzesi a combattere contro il fenomeno dei migranti e del riattivarsi dei focolai da coronavirus", dice il capogruppo del Carroccio in Consiglio regionale, Pietro Quaresimale. "Questa mattina abbiamo approvato il testo di una risoluzione di cui sono primo firmatario e che impegna il presidente Marsilio ad accertare eventuali responsabilità nelle situazioni di contagio nei centri di accoglienza migranti sul territorio regionale. Chiediamo al Governo la sospensione da subito di ogni iniziativa di accoglienza di altri migranti in Abruzzo e, nel caso venissero accertate delle responsabilità, invitiamo Marsilio a costituire la Regione parte civile per il ristoro dei danni subiti dalla Regione a seguito di questa situazione.

Il grido d'allarme dei sindaci - afferma Quaresimale - è stato unanime: da Civitella del Tronto a Gissi, tutti hanno condannato la procedura del Governo nel distribuire questi migranti in piccoli centri, molti dei quali alle prese col sisma, altri con importanti flussi turistici oggi interrotti, altri ancora tenuti all'oscuro di tutto e senza alcuna sicurezza dal punto di vista sanitario. È ora di dire basta: gli abruzzesi hanno dovuto fare grossi sacrifici durante la chiusura per il coronavirus e non vogliono, e noi della Lega non consentiremo, che questi sacrifici vengano vanificati per le scellerate politiche del Governo nazionale". 

"Gissi - attacca la consigliera regionale leghista Sabrina Bocchino - comune di 2670 abitanti, è divenuto un paese fantasma a causa dei 50 migranti, di cui 16 positivi al Covid-19, trasferiti dal Governo scellerato nel Cas Hotel Santa Lucia. Esprimo solidarietà nei confronti del sindaco, Agostino Chieffo, incontrato ieri in loco. Questo Governo Pd-5S non vuole bene all'Abruzzo e agli italiani, altrimenti effettuerebbe i tamponi invece di sprecare risorse sui test sierologici che - sostiene Sabrina Bocchino - hanno un'attendibilità pari a zero. Un Governo scellerato che prende decisioni senza interfacciarsi con i primi cittadini destinatari dei pullman carichi di migranti; a tal proposito, fa bene il sindaco Chieffo a presentare un esposto in Procura".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

    Annunci di Lavoro

      Necrologi


        Chiudi
        Chiudi