Voragine sul viadotto Histonium, al di sotto c’è il vuoto. Del Moro: "Chiusura totale" - L’allarme nel primo pomeriggio. Il comandante: "Problema strutturale da analizzare"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


12 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Cronaca 02/08

Voragine sul viadotto Histonium, al di sotto c’è il vuoto. Del Moro: "Chiusura totale"

L’allarme nel primo pomeriggio. Il comandante: "Problema strutturale da analizzare"

Una voragine si è aperta a Vasto lungo il viadotto Histonium, che di conseguenza è chiuso al traffico. L'allarme è scattato attorno alle 14.15 di oggi.

"Dal ponte si vede il vuoto", racconta il comandante della polizia locale, Giuseppe Del Moro, che inizialmente aveva disposto l'interdizione della corsia in salita, quella che dalla provinciale Istonia conduce fino a via dei Conti Ricci. 

Sebbene il diametro del cedimento sia di circa 25 centimetri, la preoccupazione è tanta, visto che al di sotto si è creato il vuoto per un'area più estesa di quella visibile in superficie: "C'è un problema strutturale da analizzare con molta attenzione, ora abbiamo la conferma dal tecnico. Conviene, a livello cautelativo, chiudere totalmente il viadotto", dice Del Moro, che alle 14.40 ha ordinato lo stop alla circolazione su tutta la struttura. 

Costruito nel 1984, il cavalcavia, che sovrasta corso Mazzini, consente di raggiungere velocemente tre punti importanti della circolazione viaria evitando di intasare ulteriormente piazza Verdi: Porta Nuova (e quindi il centro storico), la strada provinciale Istonia (che collega la città alta a Vasto Marina) e via Conti Ricci all'incrocio con la circonvallazione Istoniense.

Negli anni scorsi si erano sgretolate parti dei cornicioni esterni. Stavolta il problema è serio. 

In aggiornamento

Guarda le foto

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 


Chiudi
Chiudi