Villalfonsina, Il Bene in Comune contesta il sindaco Budano: "Bugie sui finanziamenti delle opere" - Il gruppo di Ulacco: "Il lupo perde il pelo ma non il vizio"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


25 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Villalfonsina, Il Bene in Comune contesta il sindaco Budano: "Bugie sui finanziamenti delle opere"

Il gruppo di Ulacco: "Il lupo perde il pelo ma non il vizio"

I consiglieri di opposizione di Villalfonsina, de Il Bene in Comune, attaccano duramente l'amministrazione del sindaco Mimmo Budano
Secondo il gruppo guidato da Paola Ulacco il primo cittadino presenta "furbescamente all’opinione pubblica progetti e opere come se fossero già tutti finanziati e prossimi alla realizzazione".

Il gruppo di opposizione così passa in esame una serie di opere annunciate nel programma elettorale 2014-2019 e non ancora portate a termine.

"1. Rifacimento, sostituzione e ampliamento di tutta la pubblica illuminazione. Il progetto denominato 'Elena' è stato finanziato dall’Unione Europea in soli 20 Comuni (tra cui Villalfonsina) su un totale di 104 della provincia di Chieti, senza alcun costo per il nostro Comune, vedrà la realizzazione entro l’anno 2014 (nota Provincia Chieti n.2920 del 23/01/2014).
Ebbene, del progetto 'Elena', che indubbiamente avrebbe prodotto un bel risparmio per i contribuenti, si sono completamente perse le tracce. Attualmente i lavori per l’illuminazione pubblica sono stati affidati, attraverso un progetto di finanza, alla solita ditta. Su tale progetto ci riserviamo di dare un giudizio completo al termine dei lavori. Ma una cosa è certa sin da ora: non ci sarà nessun risparmio per i cittadini almeno per i prossimi 20 anni.

2. Realizzazione di una stazione per l’installazione di n. 10 biciclette elettriche (bike sharing) presso Largo Fontana. Anche tale progetto è interamente finanziato dalla Regione Abruzzo.
Bike sharing, così come 'Elena' non pervenute.

3. Progetto 6000 Campanili: siamo in corsa per avere 1 milione di euro per il rifacimento di tutte le strade comunali.
Peccato, invece, che per fare un po' di manutenzione ordinaria alla rete viaria si sia fatto un mutuo a totale carico del Comune di 200mila euro che Villalfonsina finirà di pagare con i relativi interessi nel 2035, salvo nuove rinegoziazioni.

4. Realizzazione di un campo polivalente (calcetto, tennis) nei pressi di largo Fontana, mediante finanziamenti con fondi europei del programma Horizon 2020.
Chi l’ha visto? Noi abbiamo visto solo un nuovo volto che il sindaco ha saputo dare al campo sportivo, come promesso nel lontano 2009, diventato ormai impraticabile ed abbandonato a se stesso".

"Il lupo perde il pelo, ma non il vizio", commenta Il Bene in Comune ricordando, poi, il nuovo annuncio fatto durante l'ultima campagna elettorale, quella dell'anno scorso, riguardante il nuovo polo scolastico:

"La Regione Abruzzo con delibera di giunta n.551/2018 ci ha finanziato un importo di € 1.850.000,00 per la completa demolizione e ricostruzione dell’ex asilo 'Santa Irene', affinchè possa sorgere un nuovo polo scolastico che vedrà la sua realizzazione nel prossimo anno dopo la firma delle convenzioni che, causa voto, non ancora vengono fatte.
Tutto falso. La verità è che la Regione non ha finanziato un bel niente. Il progetto presentato dal Comune è stato semplicemente ammesso con riserva nel piano triennale regionale di edilizia scolastica 2018-2020. Pertanto, la delibera regionale n.551/2018 non attribuisce nessun finanziamento e questo il sindaco Budano lo sapeva benissimo. Nonostante ciò, pur di apparire sempre concreto ed efficiente, non ha esitato come in passato a mentire ai villesi. Questo è molto grave. Chi vuole può, attraverso internet, sul sito della Regione Abruzzo, informarsi autonomamente sul contenuto della delibera citata.

Come gruppo di minoranza siamo disposti, su questi temi, ad un incontro pubblico con la giunta comunale. Nel 2019 abbiamo perso le elezioni amministrative per un insieme di concause sulle quali abbiamo avuto modo di riflettere. Il popolo ha sempre ragione, gli elettori ci hanno assegnato il ruolo di opposizione e controllo e lo stiamo esercitando con onestà e abnegazione, utilizzando tutti gli strumenti a disposizione e previsti in leggi e regolamenti, non certo attraverso le aule di giustizia, come recentemente qualche professore ha voluto insinuare sui social", concludono i consiglieri di minoranza.

di Antonino Dolce (a.dolce@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       

      Necrologi


        Chiudi
        Chiudi