Ancora una perdita, da ieri acqua dall’asfalto in via Giulio Cesare - Marciapiede allagato, difficoltà per pedoni e attività commerciali
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


13 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 27/07

Ancora una perdita, da ieri acqua dall’asfalto in via Giulio Cesare

Marciapiede allagato, difficoltà per pedoni e attività commerciali

Ancora una perdita d'acqua in città. Da ieri, nel tratto a valle di via Giulio Cesare, c'è un'abbondante fuoriscita di acqua potabile dall'asfalto che ha allagato il marciapiedi. Difficoltà per i pedoni, costretti a fare lo slalom tra il fiumiciattolo d'acqua e le pozzanghere che si sono create nei tratti dissestati e per le due attività commerciali limitrofe, in particolare per il bar che ha dovuto allestire i tavoli all'aperto con l'acqua che vi scorre sotto.

Ieri c'era anche una copiosa perdita in via Cavour, in centro storico [LEGGI]. Entrambe le perdite sono state segnalate alla Sasi, come confermato dal sindaco Francesco Menna. Nel pomeriggio gli operai della squadra tecnica sono intervenuti sul posto iniziando i lavori per trovare la rottura ed effettuare la riparazione.

La Sasi, l'ente che gestisce il servizio idrico integrato in gran parte dei comuni della provincia di Chieti, nei mesi scorsi ha annunciato la sostituzione dei tratti più vecchi a Vasto e San Salvo entro la fine del mese di luglio 2020 ormai prossima [LEGGI]. 

Intanto continuano nel territorio le chiusure programmate per far fronte alla carenza idrica. 

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 


Chiudi
Chiudi