"A Casalbordino ombrelloni distanziati ma occupati abusivamente dalla sera prima" - La segnalazione di un lettore toscano
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


30 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

"A Casalbordino ombrelloni distanziati ma occupati abusivamente dalla sera prima"

La segnalazione di un lettore toscano

Le cattive abitudini non muoiono mai. L'ultima segnalazione su ombrelloni e giochi lasciati sulla spiaggia libera per prenotare abusivamente il posto arriva da Casalbordino.

A raccontare alla redazione di zonalocale.it l'accaduto è un turista dalla Toscana, O.M.: "Sono un turista venuto dalla Toscana nella vostra splendida regione, a Casalbordino lido. Ora le brutte notizie, la mattina verso le 7 vado con il mio ombrellone per prendere posto sulla spiaggia libera, vedo tutto organizzato con i pali, ma qui la sorpresa: sono tutti occupati abusivamente dalla sera prima con ombrelloni e giocattoli. Le prime tre file tutte occupate, cosa fare? Nessuno vigila, Comune assente?".

Il posizionamento degli ombrelloni e di altra attrezzatura (giocattoli, lettini, sdraio ecc.) sui tratti di spiaggia libera è considerato abbandono dopo il tramonto ed è vietato dall'ordinanza balneare della Regione Abruzzo. Negli anni scorsi a Vasto e San Salvo non sono mancati i sequestri dell'attrezzatura lasciata in spiaggia che, oltre a essere considerata come rifiuto, impediva anche la pulizia della stessa.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi