Ospedale di Vasto, tubi colabrodo: si stacca un altro pezzo di controsoffitto - Stamattina l’ennesima perdita dalle tubature e il crollo nella farmacia
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


3 dicembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cronaca 18/07

Ospedale di Vasto, tubi colabrodo: si stacca un altro pezzo di controsoffitto

Stamattina l’ennesima perdita dalle tubature e il crollo nella farmacia

Le tubature colabrodo causano il distacco di un altro pezzo di controsoffitto all'ospedale San Pio da Pietrelcina di Vasto.

Stamani il nuovo guasto: l'acqua fuoriuscita da una falla, l'ennesima, che si è aperta lungo uno dei tanti tubi arrugginiti ha impregnato la controsoffittatura sottostante, causando il distacco di alcune mattonelle, che sono cadute a terra.

È successo nella farmacia del presidio ospedaliero di via San Camillo de Lellis. È il terzo episodio del genere nel giro di poche settimane. Per le riparazioni urgenti, la Asl ha annunciato nei giorni scorsi lavori per complessivi 900mila euro, finanziati dalla Regione Abruzzo.

"Il fatto è accaduto nell'area degli uffici, e non ha fatto registrare danni alle persone e alle cose - spiega una nota della Asl -. Si tratta di un episodio circoscritto a un diametro limitato che non interessa il solaio e non è da assimilare a quanto accaduto in Chirurgia, secondo i primi rilievi eseguiti dai tecnici che si sono recati sul posto. 

Il distacco di questa mattina, localizzato nel padiglione 3, ha natura completamente diversa e non ha alcun elemento in comune con l'episodio precedente.  Al momento i tecnici sono al lavoro per verificare l'intera rete idrica nel padiglione interessato, dove non c'è stata interruzione nell'erogazione dell'acqua; allo stesso modo prosegue regolarmente l'attività della Farmacia. 

La perdita si è prodotta a causa del deterioramento della tubazione, che mostra il segno degli anni, visto che il presidio è stato costruito negli anni '50". 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi