Strade, le opposizioni di San Salvo richiamano il sindaco: "Quelle comunali sono mulattiere" - "Non c’è un progetto per un loro rifacimento"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


5 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

San Salvo   Politica 17/07

Strade, le opposizioni di San Salvo richiamano il sindaco: "Quelle comunali sono mulattiere"

"Non c’è un progetto per un loro rifacimento"

Via Duca degli AbruzziA San Salvo è gara a quale strada ha meno asfalto. Dopo l'intervento del sindaco Tiziana Magnacca che chiedeva spiegazioni alla Provincia sulla mancata sistemazione della Sp 197 [LEGGI], i consiglieri comunali di opposizione di Pd (Antonio Boschetti, Gennaro Luciano e Gianni Mariotti), Italia Viva (Marika Bolognese) e Più San Salvo (Fabio Travaglini), sottolineano le condizioni di alcune strade cittadine.

"Anche il centrosinistra attende vivamente il rifacimento dell’asfalto sul tratto che collega l’uscita dell’autostrada A14 alla città – dicono i cinque rappresentanti delle liste di minoranza – ma almeno qui i lavori sono stati appaltati e dunque si faranno e grazie al masterplan voluto e ottenuto dalla precedente giunta regionale a guida D’Alfonso e che era stato definito dal centrodestra il libro dei sogni e per il quale però oggi sbattono i piedi se non si procede celermente o si attaccano stelline sul petto".

Poi i consiglieri passano alle strade di competenza comunale: "La cosa certa è un’altra: una volta attraversato il disastrato tratto che collega l’uscita dell'A14 alla città, la situazione non cambia molto. Difficile e lungo l’elenco delle strade trasformatesi in mulattiere. Da tempo lo denunciamo con l'unica risposta che 'non vogliamo bene alla città'. Per fortuna questo lo pensano e lo dicono solo gli amministratori di centrodestra chiusi negli uffici comunali per mandare avanti la burocratizzazione della casa comunale. Terza cosa certa è che a San Salvo non solo i lavori non sono stati appaltati, ma non c’è neanche uno straccio di progetto. Ma almeno scarsi 300mila euro sono stati trovati. Ora quali strade saranno oggetto di rifacimento del manto stradale non è dato ancora saperlo né quale sarà il criterio che verrà preso in considerazione". 

"Quarta cosa certa è che il Comune di San Salvo non ha i fondi per il rifacimento di tutte le strade comunali. Saranno anche questa volta a spot e solo grazie a economie di bilancio racimolate qua e là. Quinta e ultima cosa certa è che il sindaco Magnacca è sempre pronto a uscire sulla stampa quando le responsabilità non sono le sue. Per tutto il resto a San Salvo tutto funziona e va tutto bene. I cittadini sanno bene che non è così e sanno bene che questa amministrazione di centrodestra tornerà tra due anni al ruolo che ha sempre avuto: quello dell'opposizione. Lo sa bene anche Magnacca che, senza quell’errore politico del centrosinistra, avrebbe fatto opposizione a vita. Ci tornerà presto se avrà la forza e il coraggio di candidarsi. Nel frattempo il centrosinistra e i cittadini aspettano strade comunali dignitose e non solo".

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi