Consiglio unanime: "Aqualand deve riaprire immediatamente. No alla vendita nel 2021" - Accordo in aula: "Avvocatura comunale controlli il rispetto della convenzione"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


12 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Politica 16/07

Consiglio unanime: "Aqualand deve riaprire immediatamente. No alla vendita nel 2021"

Accordo in aula: "Avvocatura comunale controlli il rispetto della convenzione"

Vasto: dopo due sedute in videoconferenza, il Consiglio comunale è tornato a riunirsi in presenza. Nell'Aula Vennitti distanziamento (una poltrona sì, una no) e mascherineL'immediata riapertura del Parco Aqualand e un secco no alla vendita nel 2021. La chiede all'unanimità il Consiglio comunale di Vasto. 

Nella seduta di ieri la nuova discussione su presente e futuro del parco acquatico di proprietà del Comune e gestito da privati fin dal 1994, anno dell'inaugurazione della struttura da circa 120mila metri quadri di via Incoronata. La convenzione scadrà nel 2021.

La delibera approvata dall'assise civica, impegna l'amministrazione Menna "a sollecitare il concessionario al rispetto della convenzione e, pertanto, all'immediata riapertura del parco pubblico per la stagione turistica 2020; dare mandato agli uffici di verificare il rispetto della convenzione da parte della società Aqualand del Vasto srl", ma anche "a dare mandato all'avvocatura comunale affinché valuti tutte le eventuali responsabilità ed inadempimenti da parte della società Aqualand del Vasto, obblighi conseguenti dalla convenzione intercorsa con il Comune di Vasto ed azionare eventuali azioni legali finalizzate alla tutela dell'interesse pubblico, anche con riferimento al nuovo bando sulla concessione del Parco Aqualand. Il Consiglio comunale dovrà essere aggiornato entro il 30 settembre 2020 in merito alle decisioni che si assumeranno ed agli accertamenti svolti dagli uffici del Comune anche con riferimento alla relazione presentata in data 14/7/2020 dalla società Aqualand del Vasto srl". 

Centrodestra soddisfatto - "Il Consiglio, all'unanimità, chiede il rispetto della convenzione e esprime contrarietà alla vendita di Aqualand", sintetizzano in un comunicato i consiglieri comunali Francesco Prospero e Vincenzo Suriani di Fratelli d'Italia, Davide D'Alessandro e Alessandra Cappa (Lega), Alessandro d'Elisa (gruppo misto), Edmondo Laudazi (Il Nuovo Faro) e Guido Giangiacomo (Forza Italia).

"Salutiamo con soddisfazione l'approvazione, all'unanimità, dell'ordine del giorno sulla chiusura, verifiche della convenzione e futuro di Aqualand. La delibera approvata prende le Mosse da una nostra proposta, modificata in capigruppo con la collaborazione della maggioranza, e prevede di sollecitare i gestori alla riapertura, con tutto ciò che questo comporta anche per il pagamento dei canoni concessori e verificare, attraverso l'avvocatura comunale e gli Uffici competenti, gli adempimenti a carico del concessionario previsti in convenzione per, eventualmente, esercitare azioni legali a tutela degli interessi dell’ente. Inoltre, con l'approvazione della predetta delibera, il Consiglio, all'unanimità, ha espresso contrarietà alla vendita del Parco Acquatico che dovrà restare patrimonio del Comune di Vasto. Ieri, il Consiglio Comunale, ha scritto una bella pagina di storia della nostra città e sarebbe auspicabile che, momenti come questo, siamo vissuti più spesso all'interno dell'assise comunale". 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 


Chiudi
Chiudi