Con il piede di porco in pieno giorno cercano di forzare una porta: ladri messi in fuga da un vicino - L’episodio in via Mogadiscio a Vasto
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


6 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Cronaca 09/07

Con il piede di porco in pieno giorno cercano di forzare una porta: ladri messi in fuga da un vicino

L’episodio in via Mogadiscio a Vasto

I segni di effrazione sulla portaHanno cercato di introdursi in un'abitazione del centro di Vasto, ma, visti da un vicino, sono fuggiti minacciando chi li ha scoperti. Due ladri sono entrati in azione nella tarda mattinata di oggi, intorno a mezzogioro, in centro senza alcun timore di essere notati.

L'appartamento preso di mira è al piano terra in via Mogadiscio, una stretta traversa tra via delle Croci e via Valloncello dove è difficile passare inosservati. Nonostante questo e nonostante l'orario, i due hanno cercato di aprire il portone usando un piede di porco e un cacciavite. Un vicino, insospettito dai rumori, ha chiesto cosa stessero facendo mettendoli in fuga. I due ragazzi, dall'accento italiano, mentre si allontanavano, lo hanno minacciato intimandogli di non avvisare nessuno.

"Indossavano mascherine e cappelli – racconta Virginia che abita nell'appartamento – Non so perché hanno cercato di entrare proprio a casa mia, non ci sono oggetti di valori o denaro, probabilmente vedendo il secchio dell'organico fuori hanno pensato che non ci fosse nessuno".

La donna è rimasta turbata dall'episodio anche perché i due hanno agito noncuranti della forte possibilità di essere scoperti, cosa poi accaduta. Per questo motivo il suo invito è a prestare massima attenzione, ad adottare tutte le misure di sicurezza del caso e a denunciare sempre. L'episodio è stato denunciato ai carabinieri che si recheranno sul posto per sopralluogo.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 

Chiudi
Chiudi