"Altro che apertura in sicurezza: la villa comunale è indecente" - Cannarsa (Geav): "Materasso abbandonato da 8 mesi e sporcizia dappertutto"
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


13 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Ambiente 08/07

"Altro che apertura in sicurezza: la villa comunale è indecente"

Cannarsa (Geav): "Materasso abbandonato da 8 mesi e sporcizia dappertutto"

Vasto, villa comunale: materasso sotto gli alberi"Apertura in sicurezza? Ma quale sicurezza? Quella della indecenza?", chiede Marco Cannarsa, responsabile delle guardie ecologiche ambientali volontarie di Vasto, mostrando i rifiuti di cui è disseminata la villa comunale. 

"Quel materasso dietro al chiosco è lì da otto mesi insieme ad altre schifezze", fa notare. "Sono mesi che segnalo tutto questo all'assessore Barisano, ma ad oggi nulla è cambiato. Inoltre stamattina sulle panchine della villa c'era tanta di quella immondizia... per non parlare delle bottiglie rotte sparse per terra, pericolosissime per i bambini, che spesso giocando cadono, e per i cani, che di solito si rotolano oppure sgambano. Per non parlare dei giochi per i bimbi, che sono sporchi e pieni di erbacce. Apertura in sicurezza? Ma quale sicurezza? Quella dell'indecenza?". 

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 


Chiudi
Chiudi