Bocchino e Marcovecchio: "Costi di gestione a carico di Comuni e Regione, così salviamo i tribunali" - I due esponenti della Lega firmatari del progetto di legge
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


4 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Politica 04/07

Bocchino e Marcovecchio: "Costi di gestione a carico di Comuni e Regione, così salviamo i tribunali"

I due esponenti della Lega firmatari del progetto di legge

Sabrina Bocchino e Manuele Marcovecchio con Mauro Febbo"Non è il tempo delle polemiche ma di soluzioni  concrete  per dare certezza di continuità all’attività dei cosiddetti tribunali minori, tra cui quelli di Vasto, Lanciano, Avezzano e Sulmona". Così i due consiglieri regionali vastesi della Lega, Sabrina Bocchino e Manuele Marcovecchio spiegano il progetto di legge di cui sono tra i firmatari per tutelare i tribunali minori a rischio chiusura. 

I consiglieri hanno avviato una serie di audizioni con sindaci, presidenti degli ordini forensi e dei tribunali con l'obiettivo di chiedere la modifica del Decreto Legislativo n.155/2012 che sancisce la soppressione dei palazzi di giustizia minori.

"Il presupposto della soppressione sono i costi per il mantenimento di queste strutture – dicono Bocchino e Marcovecchio – La nostra proposta prevede tre nuovi articoli in base ai quali i tribunali soppressi possono riprendere appieno le proprie funzioni giudiziarie nelle loro sedi, a condizione che le spese di gestione e manutenzione degli immobili e di retribuzione del personale di custodia e vigilanza delle strutture siano integralmente a carico del bilancio degli enti locali e della Regione richiedente. Resterebbero a carico dello Stato le spese relative alla retribuzione dei magistrati, del personale amministrativo e di polizia giudiziaria. Se Regione e Comuni riusciranno a farsi carico delle spese per il mantenimento delle strutture sedi di Tribunali, con una convenzione il ministro di Giustizia e le Regioni potranno stabilire i termini per consentire la riapertura dei presidi giudiziari. Una volta recepito il progetto di legge, lo stesso Ministero dovrà provvedere alla riformulazione o riapertura delle piante organiche dei tribunali sub provinciali riattivati e alla loro copertura".

"Noi ci stiamo impegnando come Regione a fare la nostra parte per arrivare a una soluzione – concludono i due consiglieri della Lega – Pare strano che il primo cittadino di Vasto e il ministro Bonafede, entrambi della stessa cordata politica Pd-M5S, non riescano a trovare la sintesi definitiva".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 

Chiudi
Chiudi